David di Donatello 2018, una settimana dall’inizio. 15 candidature per “Ammore e malavita”, segue “Napoli Velata” di Ozpetek

David di Donatello 2018, una settimana dall’inizio. 15 candidature per “Ammore e malavita”, segue “Napoli Velata” di Ozpetek

I David di Donatello tornano in televisione, su Rai Uno. In attesa della serata ufficiale di premiazione della 63esima edizione, che si terrà il 21 marzo condotta da Carlo Conti, sono state già rese note le candidature.

In cima, il favorito con 15 nomination “Ammore e malavita”, diretto dai fratelli Marco e Antonio Manetti candidati per il David al miglior regista. Film campione di incassi, con 1,4 milioni di euro soltanto nella prima settimana di uscita nelle sale, che parla di Napoli e malavita sotto forma di commedia musical. Tra le candidature legate al film, Michelangelo La Neve per miglior sceneggiatura originale, Claudia Gerini e Carlo Buccirosso per migliori attori non protagonisti, Pivio e Aldo De Scalzi due volte candidati con il brano “Bang Bang”, interpretato da Serena Rossi, per miglior musicista e miglior canzone originale. Nominati anche per i reparti costumi, trucco e suono.

Segue con 11 nomination “Napoli velata”, tra amore, follia e mistero, diretto da Ferzan Özpetek che concorre al David per la regia, insieme anche a Paolo Genovese, Gianni Amelia e Jonas Carpignano. Protagonisti, gli attori candidati Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Borghi. Inoltre, coinvolti anche Anna Bonaiuto e Peppe Barra, per miglior attori non protagonisti, e i rappresentanti dei reparti musica, scenografia, costumi, trucco, suono.

Completano la lista dei cinque candidati al David per miglior film: “A Ciambra” di Jonas Carpignano; “La tenerezza” di Gianni Amelio, con Renato Carpentieri, nominato per miglior attore protagonista insieme ad Antonio Albanese (Come un gatto in tangenziale), Nicola Nocella (Easy- Un viaggio facile facile) e Valerio Mastandrea (The Place). Micaela Ramazzotti e  Elio Germano per migliori attori non protagonisti; “Gatta Cenerentola”, 7 candidature, regia corale di esordienti: Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone; “Nico, 1988” di Susanna Nicchiarelli, che è in nomination anche per miglior sceneggiatura originale.

Per la categoria miglior regista esordiente: Donato Carrisi in “La ragazza della nebbia”, Cosimo Gomez in “Brutti e cattivi”, Andrea Magnani in “Easy – Un viaggio facile facile”, Andrea de Sica in “I figlie della notte” e Roberto De Paolis in “Cuori puri”.

Tra i candidati a miglior film straniero, il sei volte premio Oscar 2017 “La La Land” di Damien Chazelle, e “Dunkirk” di Christopher Nolan, premio Oscar 2018 per suono, montaggio e montaggio suono.

È prevista nel corso della serata la consegna del David Speciale alla carriera a Stephen Spielberg.

Share