Ancora un femminicidio, 48enne uccide la moglie e tenta il suicidio senza riuscirci. Il delitto nella notte nel foggiano

Ancora un femminicidio, 48enne uccide la moglie e tenta il suicidio senza riuscirci. Il delitto nella notte nel foggiano

Ancora un femminicidio, questa volta a Troia, nel Foggiano, dove un uomo nella notte ha ucciso la moglie a coltellate e poi ha cercato di suicidarsi. Laz furia dell’uomo si è scatenata dopo l’ennesimo litigio, quando, preso da un raptus, Ferdinando Carella, 48 anni, ha colpito la moglie, Federica Ventura, di 40, con almeno 7 coltellate al petto, quindi ha rivolto l’arma verso di sé tentando di togliersi la vita senza però riuscirci.

L’omicidio, come hanno ricostruito i carabinieri, avvisati dai vicini di casa della coppia che hanno sentito delle urla, si è consumato intorno alle 3.30 in un’abitazione in Viale Kennedy. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto hanno trovato la donna già morta e l’uomo grave, ma ancora vivo. Trasportato all’ospedale di Foggia, i medici lo hanno sottoposto ad un lungo intervento chirurgico nel tentativo di salvarlo..

Le indagini dei militari cercheranno ora di chiarire il movente dell’omicidio, che da alcune prime testimonianze potrebbe essere ricondotto alla gelosia morbosa del marito. I vicini e i parenti ascoltati hanno riferito di una famiglia normale e che non c’erano sentori che facevano presagire quanto poi è accaduto.

La coppia ha due figli, di 8 e 10 anni.

Share