Disastro di Pioltello, partita la superconsulenza. Tagliato il binario con giunto usurato e tavoletta di legno

Disastro di Pioltello, partita la superconsulenza. Tagliato il binario con giunto usurato e tavoletta di legno

Si sono svolti nel tardo pomeriggio di questo venerdì 2 febbraio i cosiddetti ‘accertamenti irripetibili’ sul luogo del disastro ferroviario avvenuto otto giorni fa nel Milanese. Si è trattato di atti tecnici sui binari che si sono eseguiti direttamente in loco, come quello del taglio di una sezione dei binari, che più perplessità e soprattutto attenzioni, ha innescato nell’indagine e tra gli inquirenti, I tecnici, su ordine ed incarico della procura hanno provveduto a portare fuori dalla sede naturale, il cosiddetto ‘punto zero’ ovvero quella porzione di linea ferroviaria sospetta, che oltre al binario aveva anche un giunto usurato e la tristemente celebre staffa di legno.

L’operazione è parte della superconsulenza che dovrà chiarire le cause scatenanti dell’incidente che ha provocato tre morti e quasi cinquanta feriti.
 Gli investigatori della Polfer, su delega dei pm, hanno conferito l’incarico ai consulenti della Procura. Agli accertamenti hanno partecipato anche i consulenti dei legali degli 8 indagati, tra vertici e quadri di Rfi e Trenord, le due società anche loro indagate. Dopo la sezione dei binari e fuori dalla sede ferroviaria, in un apposita piazzola che è stata già predisposta, si analizzerà nel dettaglio una, forse due carrozze, sventrate nell’incidente, per capire se i loro carrelli sono stati scardinati a causa del dissesto della rete ferroviaria (giunti e tavolette di legno ndr) o per cattiva manutenzione delle stesse.

Share