Bomba d’acqua a Cortina d’Ampezzo, una vittima

Bomba d’acqua a Cortina d’Ampezzo, una vittima

 

Una impressionante bomba d’acqua si è abbattuta suulla località turistica del Cristallo a Cortina d’Ampezzo, provocando una vittima, travolta da massi e detriti all’interno della sua auto. Si tratta di una persona che rientrava a casa dopo una manifestazione. Interrotta la strada dolomitica in tre punti: a Rio Gere, al Lago Scin e in località Alvera’. I soccorritori dei vigili del fuoco, soccorso alpino, carabinieri forestali e polizia di stato si sono messi alla ricerca della persona nella notte. L’auto della vittima è stata individuata dai cinofili del soccorso alpino nell’alveo del torrente tra Riogere e Lago Scin.

I soccorritori anche con l’aiuto di una ruspa hanno liberato l’auto, ma purtroppo sono stati inutili tutti i soccorsi. La colata detritica ha interrotto la strada delle dolomiti all’intersezione degli impianti di risalita del Faloria e del Cristallo. In località Alverà la colata ha invaso anche alcune abitazioni e danneggiato automobili. Danni anche alla parrocchia. I sentieri della zona, dove ogni giorno centinaia di persone amano camminare sono stati al momento interdetti, in attesa delle necessarie verifiche di sicurezza degli stessi. Già tre anni fa, nella stessa zona tre persone persero la vita per un evento climatico estremo come quello di questa notte, che provocò il crollo di un ponte. Solo nelle prossime ore sarà possibile avere un quadro generale dei danni.

Share