Arianna Fontana è bronzo nello short track, e passa alla storia. “E ora vado a votare, perché è un diritto. Diamoci una svegliata”

Arianna Fontana è bronzo nello short track, e passa alla storia. “E ora vado a votare, perché è un diritto. Diamoci una svegliata”

 La portabandiera azzurra Arianna Fontana, già oro nei 500 metri e argento nella staffetta, ha conquistato il bronzo nei 1000 metri dello short track. E’ lei a trascinare l’Italia in doppia cifra ai Giochi: si tratta infatti della decima medaglia tricolore a PyeongChang2018 e l’ottava di sempre (la terza in Corea) per la portabandiera, che sale così sul secondo gradino del podio azzurro di tutti i tempi nelle edizioni invernali – dietro solo a Stefania Belmondo (prima con 10) -, e sul quinto assoluto, insieme a Giovanna Trillini, nella classifica all time italiana, estiva e invernale, a cinque cerchi. Arianna ha gestito i 1000 con sapienza chirurgica e concentrazione glaciale, passando agevolmente i quarti e realizzando il suo personale (1’29″156) in semifinale. Nell’atto decisivo ha dato fondo alla sua immensa classe, facendo di esperienza e sagace lettura di gara le armi per disinnescare i pericoli: ha chiuso dietro all’olandese Schulting e alla canadese Boutin.

“Spero che queste medaglie olimpiche ci abbiano restituito un po’ di orgoglio da italiani. Ora torno a casa e vado a votare: dobbiamo farlo tutti, perché tutti dobbiamo darci una svegliata”, dice Arianna Fontana. “Andare a votare è importante, è un nostro diritto – dice la pattinatrice di velocità – Dobbiamo darci una svegliata tutti, non solo i politici. Tutti”.

Share