L’amore contro la paura: in migliaia al concerto “One Love” organizzato da Ariana Grande a Manchester

L’amore contro la paura: in migliaia al concerto “One Love” organizzato da Ariana Grande a Manchester

Non poteva che essere un successo “One Love Manchester”, il concerto che Ariana Grande ha tenuto ieri sera insieme ad altri artisti nell’arena della città, due settimane dopo che il suo show era stato teatro dell’attacco terroristico in cui sono state uccise 22 persone e ne sono state ferite 116. Un evento benefico per finanziare le famiglie delle vittime dell’attentatore suicida Salman Abedi, che si è fatto esplodere con una bomba mentre la folla stava lasciando la Manchester Arena lo scorso 22 maggio. Lo show ha superato ogni aspettativa: “La Croce rossa britannica ha raccolto più di nove milioni di sterline – si legge sulla pagina ufficiale di Facebook dell’evento – l’obiettivo erano appena due milioni”.

Sul palco insieme alla popstar americana, uno degli idoli dei teenager di tutto il mondo, di fronte a un pubblico di 50mila persone nell’Old Trafford Cricket Ground, si sono esibiti tra gli altri i Take That, Robbie Williams, Liam Gallagher, Niall Horan, le Little Mix, Pharrell Williams, Miley Cyrus, Justin Bieber, Usher, Katy Perry, i Coldplay e i Black Eyed Peas.  Robbie Williams, visibilmente commosso, ha cantato la sua “Angels” mentre dal pubblico si alzavano cartelloni dedicati alle vittime con la scritta “per i nostri eroi”.

Chi faceva parte del pubblico del concerto di Grande del 22 maggio ha avuto ingresso gratuito allo show di ieri sera. Tra di loro, anche una giovane fan ancora ricoverata per le ferite, che ha ottenuto il permesso di lasciare temporaneamente l’ospedale di Manchester per vedere la sua eroina. “Tutto l’amore e l’unità che state dimostrando è la medicina di cui ha bisogno ora il mondo”, ha detto emozionata Ariana Grande al suo pubblico. La popstar ha cantato anche con gli allievi della scuola superiore Manchester’s Parrs Wood, alcuni dei quali erano tra il suo pubblico il 22 maggio. Ha concluso lo show insieme alle altre star che si sono unite a lei per cantare il brano “One Last Time”, per poi restare sola sul palco cantando il grande classico “Somewhere Over the Rainbow”, scritto originariamente per il film del 1939 “Il mago di Oz”.

“La scorsa notte la nostra nazione è stata sfidata – ha dichiarato il manager di Ariana Grande, Scooter Braun, riferendosi all’attacco terroristico avvenuto a Londra nella sera di sabato – e voi potevate decidere se uscire o no stasera. Avete guardato la paura dritto in faccia e avete detto ‘No, siamo Manchester e tutto il mondo sta guardando’. Manchester, il vostro coraggio è la nostra speranza”.