Terremoto, l’Ente per il Microcredito apre uno sportello ad Amatrice

Terremoto, l’Ente per il Microcredito apre uno sportello ad Amatrice
“Inaugurato lo sportello informativo di Microcredito dell’Ente Nazionale per il Microcredito presso il Comune di Amatrice e sarà inaugurato dal presidente ENM, Mario Baccini, dal sindaco Sergio Pirozzi. Lo sportello nasce dalla collaborazione tra l’Ente Nazionale per il Microcredito e il Comune di Amatrice, nell’alveo degli accordi siglati con i sindaci del cratere sismico e in collaborazione anche con lo sportello Informativo per il microcredito e l’autoimpiego che l’ENM ha avviato all’interno della Camera di Commercio di Rieti”. Così in una nota l’Ente Nazionale per il Microcredito.
Per Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice: “Questo è un altro importante passo verso la ripresa e lo sviluppo, e ringrazio quindi a nome della mia Comunità, l’Ente Nazionale per il Microcredito e il consigliere Luca Poli che, su mandato dell’Amministrazione, ha seguito questo progetto”. Il consigliere comunale Luca Poli aggiunge: “Ho seguito fin dall’inizio quest’operazione e mi fa piacere sia stata recepita con entusiasmo dall’amministrazione comunale e il fatto che sia andata a compimento, è un bene, si tratta infatti di un’opportunità molto valida per i cittadini”.
“Il microcredito come strumento di inclusione sociale e di recupero dell’impresa nell’area terremotata è una delle soluzioni proposte dall’economia sociale e di mercato che l’Ente Nazionale per il Microcredito sostiene a vantaggio della ripresa economica e della riparametrazione del PIL secondo le regole del benessere sociale”, ha sottolineato il presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito, Mario Baccini, che aggiunge “attraverso la dignità del lavoro e la forza di volontà già dimostrata dai cittadini di Amatrice, il microcredito non potrà che essere un volano per la ripresa e lo sviluppo, testimoniando ancora una volta che il sostegno della mano pubblica, in questo caso dell’ENM e del Comune, può e deve intervenire a vantaggio dei cittadini per creare le condizioni necessarie alla imprenditorialità. Dalla fase di emergenza bisogna passare alla fase di ricostruzione e noi con il microcredito possiamo offrire una chance vincente a tutti coloro che hanno una buona idea, aiutandoli a realizzarla e voglio aggiungere che, nelle more degli accordi sottoscritti, L’ENM si adopererà affinché che le attuali misure oggi disponibili e gestite dall’Ente stesso (ex.Legge 214/2011 art. 39 comma 7 bis), che prevedono finanziamenti non garantiti da garanzie reali e ad un tasso di mercato, possano essere disponibili ad un tasso fortemente agevolato per gli operatori economici residenti nel comune. Verrà dunque creato, a cura dell’Ente, un fondo di garanzia che potrà essere alimentato da fondi pubblici e donazioni private”.
 
Share

Leave a Reply