Padova, su 66 bambini solo una è italiana

Padova, su 66 bambini solo una è italiana

Che l’Italia -e l’Europa in generale- fosse diventato un Paese dai sempre più accentuati caratteri multietnici lo sappiamo tutti e non ce ne accorgiamo certo oggi, ma Eleonora Baccaro non si sarebbe mai aspettata che la sua bambina, al primo giorno di scuola, sarebbe stata l’unica italiana della materna statale “Quadrifoglio”. Il fatto, strano e forse un po’ inquietante, si è verificato ad Arcella, quartiere di Padova. Su un totale di 66 ragazzi, solo la piccola della Baccaro è italiana, vero e proprio record. La signora ha deciso così di scrivere al sindaco Massimo Bitonci per protestare riguardo questa circostanza. Ci tiene a precisare come la protesta esuli da qualsiasi pregiudizio razziale ma che nasca dalla preoccupazione riguardo il contesto in cui la sua bambina sarà educata. Una preoccupazione condivisa dalle sei insegnanti della scuola, che lamentano l’assenza di mediatori linguistici e culturali ed evidenziando le difficoltà di rapportarsi con bambini e genitori che spesso non parlando neanche la nostra lingua. Di natura culturale e pedagogica quindi la motivazione che ha spinto la signora Baccaro a cercare di rimediare a questa situazione. Si tratta di un’integrazione al contrario, con la figlia costretta ad adattarsi ad altre culture e a dover così accantonare molti degli aspetti tipici di un indirizzo cristiano, come le recite natalizie. Gli ultimi dati del Ministero intanto parlano di 740mila nuovi iscritti stranieri nelle scuole italiane per l’anno scolastico che è appena iniziato.

Share

Leave a Reply