Ascoli, imprenditore uccide ex dipendenti

Ascoli, imprenditore uccide ex dipendenti

Si è consumata una piccola tragedia quest’oggi ad Ascoli Piceno. In località Molino Girola, nel Fermano, un imprenditore ha aperto il fuoco contro due operai stranieri, uccidendoli entrambi. Il primo è morto sul colpo mentre il secondo è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale a Fermo. L’uomo, ex datore di lavoro di Mustafa Neomedin, 38 anni, e Avdyli Valdet, 26 anni, ha sparato dopo essere stato minacciato dai due armati di piccozze.

La prima ricostruzione delle forze dell’ordine vorrebbe luogo della tragedia l’abitazione di Gianluca Ciferri, 48 anni, a Monte Pacini, dove gli operai si erano recati per chiedere del denaro, non è chiaro ancora se legato a prestazioni rese in passato all’azienda edile o se per altri motivi. La colluttazione è durata alcuni minuti, fin quando il Ciferri ha estratto la pistola, legalmente detenuta, e ha quindi esploso i colpi mortali, andati tutti a segno. Sarebbe stato lo stesso uomo ad aver chiamato i soccorsi e i carabinieri che, giunti sul luogo, hanno trovato uno dei due uomini già deceduto mentre l’altro era ancora agonizzante lì nei pressi. Le forze dell’ordine hanno così portato via l’imprenditore.

Share

Leave a Reply