Calcio. Europa League. Sorteggi ottavi di finale, sarà Italia-Spagna. L’Inter pesca il Getafe e la Roma il Siviglia

Calcio. Europa League. Sorteggi ottavi di finale, sarà Italia-Spagna. L’Inter pesca il Getafe e la Roma il Siviglia

Italia-Spagna agli ottavi di Europa League: l’Inter pesca il Getafe, per la Roma c’è il Siviglia dell’ex Monchi. Non il sorteggio ideale per le due italiane: i madrileni, dopo il quinto posto della scorsa stagione in Liga, si stanno confermando ma anche gli andalusi, profondamente rinnovati, sono in piena lotta per un posto in Champions. Due incroci inediti ma insidiosi, insomma. Il Getafe si sta consolidando come una delle realtà più interessanti del calcio spagnolo anche se atipica: Javier Bordalas viene da molti paragonato a Simeone e in effetti la sua squadra, pur senza grandi stelle, si sta togliendo parecchie soddisfazioni ed è in piena corsa per un posto nella prossima Champions, quinta in Liga a una lunghezza da Atletico Madrid e Siviglia appaiate in terza piazza. Nei sedicesimi il Getafe ha fatto fuori l’Ajax e fa della ‘garra’ e della fisicità i suoi punti di forza all’interno di un collettivo dove spicca l’attaccante Angel, a cui il Barcellona ha a lungo pensato per sostituire gli infortunati Suarez e Dembelè. Inoltre il ritorno si giocherà nella bolgia del Coliseum Alfonso Perez e anche per questo il primo round del Meazza in programma il 12 marzo avrà una valenza particolare.

Se comunque il Getafe è ampiamente alla portata dei nerazzurri, peggio è finita alla Roma, che incrocerà gli andalusi che in Europa League vantano cinque affermazioni, tutte fra il 2005 e il 2016. Nelle mani dell’ex ct Lopetegui e costruito da Monchi, tornato a ‘casa’ proprio dopo la parentesi giallorossa, il Siviglia ha nelle sue fila alcune vecchie conoscenze del calcio italiano come l’ex Palermo Franco Vazquez, l’argentino Lucas Ocampos e Jesus Suso, arrivato a gennaio dal Milan. Dopo un girone abbastanza agevole, gli andalusi hanno superato a fatica il Cluj ma tatticamente sanno adattarsi alle varie situazioni e in questa stagione hanno giocato sia a tre che a quattro dietro. Uscire indenni dalla bolgia del Sanchez Pizjuan nella gara d’andata sarebbe fondamentale per la Roma, che avrebbe poi la chance di giocarsi la qualificazione davanti al proprio pubblico.

Per quanto riguarda gli altri accoppiamenti degli ottavi, il più interessante è quello che metterà di fronte Wolfsburg e Shakhtar Donetsk sebbene i tedeschi non stiano facendo faville in Bundesliga dove occupano comunque il settimo posto. Occhio anche al confronto fra i Glasgow Rangers di Steven Gerrard e il Bayer Leverkusen mentre il Wolverhampton se la vedrà con l’Olympiacos che ha eliminato a sorpresa l’Arsenal. E’ andata bene al Manchester United, una delle grandi favorite per la vittoria finale, che se la vedrà con gli austriaci del Lask Linz mentre il Basilea, a meno di clamorosi ribaltoni, incrocerà l’Eintracht Francoforte: i tedeschi sono chiamati nel pomeriggio a difendere il 4-1 dell’andata contro il Salisburgo, gara slittata di 24 ore a causa dell’allerta meteo. A completare il quadro l’incrocio fra Basaksehir e Copenhagen, due delle rivelazioni di questa edizione: i turchi hanno chiuso al primo posto un girone con Roma e Borussia Moenchengladbach e hanno ribaltato lo Sporting Lisbona, per i danesi impresa al Celtic Park e ormai una certa esperienza nelle coppe.

Share