Giubileo, l’Assessore ai Lavori Pubblici Pucci sblocca il primo lotto di opere

Giubileo, l’Assessore ai Lavori Pubblici Pucci sblocca il primo lotto di opere

L’Assessore ai Lavori Pubblici di Roma Capitale, Maurizio Pucci, che è anche il responsabile per Roma Capitale del Giubileo, ha annunciato ufficialmente che, dopo l’apertura tecnologica delle buste, verrà aggiudicata la prima gara dell’Anno Santo. “Giovedì mattina -fa sapere Pucci- con l’estrazione attraverso il Siproneg delle 30 ditte invitate partirà la prima gara (per la riqualificazione di Piazzale Ostiense e Piazza di Porta San Paolo) dei lavori per il Giubileo. Nei prossimi giorni partiranno altre 4 gare che hanno ricevuto il benestare dell’Anac, con la quale prosegue una stretta e proficua collaborazione. Esse riguardano i lavori di riqualificazione stradale in Viale America, Via Appia Antica, via delle Mura Latine e Viale di Porta Ardeatina e lungo gli Itinerari Giubilari. Per raggiungere l’obiettivo di concludere i lavori entro l’8 dicembre 2015 a tutte le ditte verrà chiesto di lavorare h 24 con turni di sette giorni su sette. Per comune volontà dell’Anac e dell’amministrazione capitolina, i controlli non si fermeranno a quelli preventivi, come sta avvenendo in queste ore, ma proseguiranno anche dopo, sulla qualità dei lavori e sulle norme di sicurezza nei cantieri, coinvolgendo tutti i soggetti interessati. Lo start per i lavori Giubilari avviene dunque nel pieno rispetto delle regole e in totale trasparenza”. Quanto ai lavori che riguardano il Giubileo e comunque Roma Capitale, da registrare anche la presa di posizione del Presidente dell’Autorità Anticorruzione, Raffele Cantone: “Sul Giubileo nessun ritardo da parte nostra, smentisco assolutamente che ci sia stato anche solo un parere in ritardo rispetto ai tempi che ci siamo dati, anzi, stiamo sempre in anticipo”. Ma quanto al Giubileo ieri è stata la giornata delle esternazioni, complice il workshop Buy Lazio, e tra queste quella dell’Assessore al Turismo di Roma Capitale, Luigina Di Liegro: “Il migliore e più efficace fautore della riuscita del Giubileo è il cittadino romano, il residente e non solo il commerciante o chi ha interessi economici. Sono d’accordo con il presidente Tagliavanti (Camera di Commercio ndr) quando sottolinea la necessità che tutti i soggetti debbano essere coinvolti nel fornire informazioni sull’Anno Santo. Dunque ci sarà un importante lavoro pre Giubileo per integrare la mappa realizzata dal Comune con gli esercizi segnalati dalla Camera di Commercio. Allo stesso modo condivido il fatto che ci sarà un’accoglienza diffusa dei pellegrini anche perché – ha ricordato – ciò che è stato realizzato per il Giubileo del 2000 ora ce lo ritroviamo da poter utilizzare”. Ed il neo-presidente della Camera di Commercio, Tagliavanti, sempre dalla tribuna del Buy Lazio, non si fa trovare spiazzato: “Stiamo preparando un pacchetto per il Giubileo che vogliamo concordare con le pubbliche amministrazioni ma anche con le associazioni di categoria. Ci sono tante ipotesi in campo e nei prossimi giorni saremo più chiari. Cosa vogliamo fare? Vogliamo rendere protagonisti gli esercenti. Gli interventi riguarderanno prevalentemente l’accoglienza perché se è chiaro che non si può fare un corso di inglese in 15 giorni, per esempio si possono segnalare gli esercizi dove si parla più di una lingua. Questo é possibile farlo soprattutto nelle zone dei percorsi giubilari o dove sicuramente i pellegrini avranno i loro punti di raccolta. Una mappa – ha aggiunto – verrà realizzata dal Comune, e ciò che dobbiamo fare noi è che gli esercizi commerciali in prossimità dei percorsi segnalati siano predisposti all’accoglienza, che vengano pubblicizzati e siano in grado di fornire informazioni sui programmi e gli appuntamenti del Giubileo”. Secondo il presidente “non dobbiamo dire cosa fa il Comune? Cosa fa la Regione, cosa fa la Camera di commercio per il Giubileo? Ciò che dobbiamo e vogliamo chiederci è che cosa fanno i romani per il Giubileo, perché ci siamo resi conto che questo è un appuntamento a cui gli stessi imprenditori romani tengono molto”. Per questo “chiederemo agli imprenditori di dare il loro contributo per il Giubileo e per questo stiamo preparando una serie di provvedimenti che tendono a rendere attivi questi soggetti. Siamo convinti che se gli imprenditori romani si innamorano del Giubileo, la riuscita sarà sicuramente migliore”.

Share

Leave a Reply