Giovedì 18 maggio presidio a Palazzo Vidoni di Flc Cgil, Fir Cisl e Uil Rua dei lavoratori dell’Università, della ricerca e dell’Afam in occasione dell’approvazione decreto Madia

Giovedì 18 maggio presidio a Palazzo Vidoni di Flc Cgil, Fir Cisl e Uil Rua dei lavoratori dell’Università, della ricerca e dell’Afam in occasione dell’approvazione decreto Madia

Giovedì 18 maggio, dalle ore 10 alle ore 13 a Piazza Vidoni (Roma), sede del Ministero della Funzione Pubblica, FLC CGILFIR CISL e UIL RUA, promuovono un presidio dei lavoratori dell’Università, degli Enti di Ricerca e dell’Alta Formazione Artistica e Musicale. Nei prossimi giorni il Governo approverà infatti la cosiddetta Riforma Madia che modifica le norme dei decreti legislativi 165/2001 e 150/2009.

Il Sindacato chiede che il testo che verrà approvato dal Governo rispetti l’intesa del 30 novembre 2016, in particolare:

  • il contratto deve tornare ad essere la fonte principale delle norme sull’impiego pubblico
  • la contrattazione integrativa va sbloccata liberando le risorse necessarie a riconoscere la professionalità
  • le stabilizzazioni dovranno essere utili a superare davvero il precariato in tutte le sue forme, attraverso procedure adeguate e finanziamenti specifici
  • va tolto ogni collegamento tra valutazione negativa della performance e licenziamento
  • sono necessari finanziamenti certi ed adeguati, invertendo la logica sin qui seguita dei tagli lineari che ha portato alla drastica riduzione di personale, alla precarizzazione dei rapporti di lavoro e a rendere sempre più difficile il rispetto della mission degli Enti e delle Istituzioni dei nostri settori.