Senza fine il dramma dei lavoratori dell’Idi. La denuncia del Senatore Cervellini

Senza fine il dramma dei lavoratori dell’Idi. La denuncia del Senatore Cervellini

“Il dramma dei lavoratori dell’Idi non ha fine. Continuano a pagare sulla propria pelle il prezzo di perversi giochi societari e drenaggio di disponibilità finanziarie, al posto dei veri responsabili, ormai noti. Ancora una volta, la Fondazione Luigi Maria Monti adduce come scusa lo stato di crisi, oggi determinato da decreti che hanno ridotto il budget delle strutture Idi Irccs”. Lo dichiara in una nota il senatore di Sinistra Italiana Massimo Cervellini, vice presidente della Commissione Lavori pubblici, solidale coi lavoratori in presidio questa mattina davanti all’Idi.

“Non sono serviti interrogazioni, interventi di fine seduta in Aula del Senato, manifestazioni e proteste alle quali abbiamo partecipato convintamente. A scontare corruzione e malaffare – prosegue la nota – sono sempre i lavoratori, oltre ai cittadini, cui sono venuti a mancare servizi territoriali importanti, nonostante il lavoro di tanti operatori che in questi mesi durissimi hanno continuato il lavoro di cura. Chiedo un’ultima volta che i responsabili, dopo anni di gestione commissariale, risolvano la situazione senza toccare i diritti dei lavoratori e le vite di migliaia di famiglie. Serve una volta per tutte un tavolo tra istituzioni vaticane, Governo e Regione per dare immediate risposte ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali per un risanamento aziendale che punti ancora sull’eccellenza medica e non sullo smantellamento dei servizi”.

Share

Leave a Reply