Nicola Fratoianni, LeU. Market sempre aperti non hanno migliorato l’economia ma solo peggiorato condizioni di lavoro delle persone. Giusto lo sciopero del Primo Maggio

Nicola Fratoianni, LeU. Market sempre aperti non hanno migliorato l’economia ma solo peggiorato condizioni di lavoro delle persone. Giusto lo sciopero del Primo Maggio

Auchan, Leroy Merlin, Zara, Oviesse Mediaworld, saranno sempre aperti, così come Carrefour, Combipel, Yamamay, Carpisa, Despar e tanti altri grandi centri commerciali. Decathlon e Conad lasceranno la scelta ai direttori dei punti vendita. “Tornano le feste e tornano gli scioperi” hanno scritto alcuni quotidiani in questi giorni. Cosa vi aspettavate? Tra Aprile e giugno ci sono le tre più importanti feste civili del nostro Paese e non basta ricordare alle imprese e ai
datori di lavoro che un giorno di festa lo è se lo è per tutti.

In quest’anno, nessun provvedimento ha migliorato e reso meno sfrenate le regole sulle domeniche e le feste. La stagione del “senza feste mai” ha semplicemente peggiorato le condizioni di vita delle migliaia di addetti del settore, molti dei quali, come ricordano i sindacati “si sono trovati costretti a sottoscrivere clausole che rendono di fatto obbligatorio il lavoro domenicale e festivo. Se il Parlamento inizierà i suoi lavori, siamo pronti come Liberi e Uguali ad un intervento legislativo che modifichi la normativa introdotta da Monti, perché il “sempre aperto” non ha contribuito a migliorare né l’economia del settore, né l’occupazione, ma ha solo peggiorato le condizioni di lavoro delle persone.

Share