25 aprile, 75esimo anniversario della Liberazione. I flash mob dell’ANPI, “#Bellaciaoinognicasa” e “#iorestolibero”

25 aprile, 75esimo anniversario della Liberazione. I flash mob dell’ANPI, “#Bellaciaoinognicasa” e “#iorestolibero”

L’emergenza coronavirus non ferma gli eventi del 25 aprile. Anche senza i tradizionali cortei in strada, sono comunque numerosi gli appuntamenti online per celebrare il 75esimo anniversario della Liberazione. Da segnalare l’iniziativa “25 aprile 2020 #iorestolibero” evento in streaming che promuove una raccolta fondi su GoFundMe in favore di Croce Rossa e Caritas. La piazza virtuale è stata lanciata con un appello firmato da 1.400 personaggi del mondo della politica, del giornalismo, del lavoro, dello spettacolo, della musica. Tra gli altri hanno aderito, Eugenio Scalfari, Marco Travaglio, Ferruccio de Bortoli, Romano Prodi, Maurizio Landini, cantanti come Vasco Rossi, Jovanotti, Luciano Ligabue, Tiziano Ferro, scrittori come Alessandro Baricco e Gianrico Carofiglio. L’appuntamento è fissato con una diretta alle 11 sul sito 25aprile2020.it, curato dall’ANPI, e dalla pagina Facebook “25 aprile 2020 – Io resto libero”.

Sono previste anche dirette dai siti di Repubblica, La Stampa, Radio Popolare, Il Manifesto, Avvenire, e dalle pagine istituzionali del Comune di Torino e del Consiglio Regionale del Piemonte. L’iniziativa si aprirà con l’Inno di Mameli e si chiuderà con Bella Ciao. Evento web anche da parte della rete milanese Partigiani in Ogni Quartiere che per la festa della Liberazione ha allestito una piazza virtuale in streaming con musicisti, artisti ed esponenti della società civile. In questo caso è prevista una diretta dalle 18.30 alle 22.00, sul canale YouTube dei Partigiani in Ogni Quartiere, sul blog, su Autistici.org e sulle pagine Facebook e Instagram con musica, interventi, testimonianze. Tra gli altri aderiscono Fiorella Mannoia, Vinicio Capossela, Punkreas, Frankie Hi-Nrg Mc, Africa Unite e i Modena City Ramblers. Sempre a Milano, a Palazzo Marino, è previsto un incontro istituzionale con il sindaco di Milano Beppe Sala, il presidente provinciale dell’Anpi Roberto Cenati e la presidente provinciale di Libera Lucilla Andreucci. Non ci sarà ovviamente apertura al pubblico, ma sarà possibile seguire l’evento in diretta sulla pagina Facebook del Comune di Milano. E’ prevista la posa di una corona di fiori da parte del sindaco e del presidente dell’Anpi alla targa di Milano Medaglia d’Oro al Valor Militare per la Resistenza in piazza della Scala.

Un’altra iniziativa riguarda la Fondazione Cineteca di Milano, che sul suo sito proporrà invece la proiezione di alcuni documenti d’archivio a ripercorrerne l’importanza del 25 aprile. E’ già attiva invece “Milano è Memoria”, la piattaforma del Comune per gli eventi sulla memoria. Collegandosi a milanolibera.it da oggi, venerdì 24 aprile, è disponibile, la mostra “Storie, immagini e voci della Resistenza” con radio-racconti realizzati con documenti d’archivio, evento organizzato da comune di Milano, Istituto Parri, Anpi e Aned, Milano è Memoria e Casa della Memoria. Simile iniziativa a Bologna, dove Comune e Cineteca Bologna promuovono già da alcuni giorni la visione in streaming di un nuovo film con preziosi materiali d’archivio inediti. Il filmato “The Forgotten Front” di Paolo Soglia e Lorenzo K. Stanzani è visibile in streaming su MYmovies già da martedì 21, e sarà disponibile fino a sabato 25. A Genova le celebrazioni per il 75esimo anniversario della Liberazione, pensate da Regione, Comune e Istituto storico della Resistenza, si terranno all’interno del Teatro Carlo Felice, alla presenza del governatore della Liguria Giovanni Toti, del sindaco Marco Bucci, del presidente dell’Istituto per la Resistenza Giacomo Ronzitti e del sovrintendente del Carlo Felice Claudio Orazi. Anche in questo caso è prevista una diretta streaming su tutti i canali istituzionali e tv locali. L’evento si aprirà con un omaggio alle lapidi che ricordano i partigiani morti e l’atto di resa con l’apposizione dell’alloro.

Memoria presente. Ebrei e città di Roma durante l’occupazione nazista di Ansano Giannarelli (1983, 65′) e altri contributi audiovisivi provenienti dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico saranno i documenti messi a disposizione dall’AAMOD per l’iniziativa “Finestre Resistenti” in occasione del 25 aprile. Le proiezioni della Resistenza dalle finestre di Roma e Bologna per raccontare la Liberazione attraverso le immagini e le trame dei film rappresentano infatti un evento speciale, promosso da 6000 Sardine e Alice nella città, in collaborazione con numerosi Enti ed Istituzioni culturali, per celebrare insieme il ricordo nel giorno della Liberazione. Tutte le testimonianze cinematografiche sui muri saranno visibili sulla pagina FB ufficiale di “Finestre  Resistenti”.

Share