Federconsumatori. Milleproroghe: no alla notifica solo attraverso la piattaforma digitale. La norma va stralciata

Federconsumatori. Milleproroghe: no alla notifica solo attraverso la piattaforma digitale. La norma va stralciata

“Troviamo del tutto improponibile la norma contenuta nel Decreto Milleproroghe che prevede che il sistema di notifica di atti, provvedimenti, avvisi e comunicazioni della pubblica amministrazione avvenga solo tramite una piattaforma digitale”, scrive in una nota Federconsumatori. “Una disposizione del tutto illegittima, che causerebbe enormi difficoltà a tutti i cittadini che non dispongono di un’identità digitale, di una connessione, di un dispositivo in grado di connettersi alla suddetta piattaforma, o delle competenze necessarie a farlo” prosegue.

Inoltre, “i soggetti più deboli e la popolazione anziana risulterebbero particolarmente svantaggiati da questa norma: non potendo vedere direttamente e tempestivamente le notifiche, risulterebbero penalizzati da ulteriori aggravi a causa delle more per il ritardo nel pagamento. Seppur condividiamo la necessità di una maggiore efficienza e di una riduzione dei costi a carico della PA, siamo convinti che questo provvedimento non sia rilevante a tali scopi. Anzi, il sospetto sembra proprio quello di voler incassare somme maggiori proprio contando su more e maggiorazioni”.

Infine, conclude Federconsumatori, “rivolgiamo un appello urgente al Governo affinché tale norma venga stralciata dal Milleproroghe e da ogni provvedimento di legge futuro. In ogni caso la Federconsumatori, attraverso i suoi legali, sta studiando la legittimità di tale sistema di notifica per porre, nel caso la norma non fosse cancellata, le opportune forme di opposizione”.

Share