F1, Gp di Monaco. La Ferrari trionfa. Primo Vettel, secondo Raikkonen, una doppietta che mancava dal 2001

F1, Gp di Monaco. La Ferrari trionfa. Primo Vettel, secondo Raikkonen, una doppietta che mancava dal 2001

Trionfo Ferrari a Montecarlo per un week end da incorniciare che Sebastian Vettel, in team radio festeggia con una serie di “yes” incontenibili. La Ferrari torna a vincere dopo 16 anni sul cirucito monegasco dopo il successo di Schumacher su Barrichello. 82esima doppietta (l’ultima in Germania 2010) e, nel trionfo dei numeri una leadership in classifica che il tedesco rafforza con 129 punti sui 104 di Hamilton. La Ferrari balza in testa anche nel campionato costruttori con 196 contro i 179 della Mercedes ad un terzo di campionato.

La gara di Montecarlo, una cavalcata in rosso

Sono l’impressionante serie di giri veloci di Vettel rispetto a Raikkonen che fanno la differenza e gli permettono di superare il compagno di squadra al pit stop. Finlandese richiamato prima del tedesco ai box. Sul podio sale anche Daniel Ricciardo. Bottas è quarto, poi Verstappen, Sainz, Hamilton, Grosjean, Massa e Magnussen. La gara è una cavalcata in rosso. Raikkonen parte davanti a tutti e mantiene la testa per 39 giri prima di essere superato nella sosta ai box da Vettel. Da questo momento è solo lotta alle spalle delle Ferrari con Verstappen che manda parole poco gentili nei confronti dei box dopo aver scoperto che Ricciardo è davanti a lui dopo la sosta ed Hamilton che annaspa intorno alla settima posizione. Ma è l’incidente di Wehrlein al 61 giro che rimescola il finale.

Il pilota tedesco viene infilato da Button all’ingresso della galleria e la vettura va a sbattere contro le barriere e si mette di lato. La Safety car compatta il gruppo con diciassette giri da terminare e rimesocola un po’ le cose alle spalle delle due Ferrari. Button accosta la vettura a bordopista; Ericsson va a sbattere sulle barriere mentre cercava di superare la safety car. Anche Vandoorne è fuori ed come Kvyat e Stroll. Il finale parla Ferrari per un trionfo a Montecarlo che mancava da tanto tempo. In avvio da registrare il siparietto tra Fernando Alonso e Jenson Button. Quando l’inglese era pronto per il giro di ricognizione, gli è giunta via radio la voce di Alonso, che alle 18 italiane sarà alla partenza della 500 Miglia: “Amico, sono qui a guardare la tua gara in tv. Buona fortuna e vedi di portare a casa la macchina..”. “Grazie e sta tranquillo – ha risposto ridendo Button -. Al massimo faccio la pipì dentro!”.

Il commento di Vettel: “un weekend fantastico, anche se non c’è stato nulla di pianificato”

“E’ una vittoria incredibile, al termine di una gara intensa”. Così Sebastian Vettel commenta sul podio, intervistato da Nico Rosberg, la sua vittoria nel Gran Premio di Montecarlo. “Speravo di partire meglio di Kimi ma non è stato possibile e ho dovuto avere pazienza. Poi nella prima fase le gomme scivolavano e Bottas ci stava riprendendo. Nel secondo stint – ha aggiunto il tedesco – le gomme hanno dato ottime sensazioni e ho spinto al massimo. Ho sfruttato le gomme e sono finito davanti dopo la sosta. Poi ho controllato la gara, dopo la safety è stato tutto più difficile ma il team ha fatto un ottimo lavoro. Un weekend fantastico”. Sulla strategia della Ferrari, Vettel ha detto: “Non c’era nulla di pianficato, solo di prendere il maggior vantaggio sugli altri. Bottas però aveva un buon passo, abbiamo faticato, ma quando lui è entrato ai box dovevo reagire, ho spinto il più possibile per quei due-tre giri e anche io mi sono sorpreso di esser uscito davanti”. Infine in vista della prossima gara, Vettel ha scherzato con Rosberg: “Il Canada è una pista diversa, al momento voglio solo godermi questa vittoria. Poi penseremo a prepararci per il prossimo Gp. Dove farò la festa? Non lo so ancora, sei tu l’esperto qui”.

Maurizio Arrivabene, team principal Ferrari: “sono stati bravi entrambi”

“Rilassato no, ma contento sì, una giornata bellissima, il pensiero va ai ragazzi che lavorano a Maranello e in pista. Il lavoro duro paga e siamo molto contenti”. Maurizio Arrivabene, team principal Ferrari, ai microfoni della Rai, si eprime così dopo la doppietta a Montecarlo. “Il pit stop anticipato di Raikkonen? Non diamo ordini di squadra, per noi ottenere un risultato come quello di oggi è ciò che vuole l’azienda, poi i ragazzi se la giocano in pista. Vettel è stato velocissimo con le gomme usate ed è andato in testa. Lasciatemi dire macchina incredibile. Raikkonen? Ieri ha fatto la pole, non è con noi solo per dare un contributo ma per fare le sue gare. Sono stati bravi entrambi. Un momento di emozione? Dopo la gara ci parliamo subito con gli ingegneri, si realizza un po’ dopo quello che è successo, poi dopo abbiamo l’analisi della gara e subito dopo si pensa alla prossima, in questo caso Canada”.

L’ordine di arrivo del Gran Premio di Montecarlo di Formula 1

1. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1:44:44.340; 2. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari +00:03.145; 3. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull – TAG Heuer +00:03.745; 4. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes +00:05.517; 5. Max Verstappen (Ola) Red Bull – TAG Heuer +00:06.199; 6. Carlos Sainz Jr (Spa) Toro Rosso – Renault +00:12.038; 7. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes +00:15.801; 8. Romain Grosjean (Fra) Haas – Ferrari +00:18.150; 9. Felipe Massa (Bra) Williams-Mercedes +00:19.445; 10. Kevin Magnussen (Dan) Haas – Ferrari +00:21.443.

 La classifica del Mondiale piloti di Formula 1 dopo il Gp di Montecarlo

1. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 129 punti; 2. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 104; 3. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 75; 4. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 67; 5. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull 52.

La classifica del Mondiale costruttori di Formula 1 dopo il Gp di Montecarlo

1. Ferrari 196; 2. Mercedes 179; 3. Red Bull – TAG Heuer 97; 4. Force India – Mercedes 53; 5. Toro Rosso – Renault 29.

Share