Grecia. I principali sindacati proclamano lo sciopero generale per oggi contro le politiche di austerità “repressiva”

Grecia. I principali sindacati proclamano lo sciopero generale per oggi contro le politiche di austerità “repressiva”

Nuovo sciopero generale oggi in Grecia per protestare contro le riforme del lavoro e i tagli richiesti dai creditori internazionali come parte della revisione fondamentale per procedere con il piano di salvataggio. Lo sciopero generale ha coinvolto, in particolare, il settore dei trasporti e la pubblica amministrazione, come richiesto dai principali sindacati dei settori pubblico e privato del paese ellenico, il Gsee e Adedy.

“Il peso che portiamo è già insopportabile”, si legge in una nota del Gsee che definisce le richieste dei creditori “irrazionali”. “La crisi deve finalmente finire”, prosegue la nota che invita la gente a scendere in piazza a manifestare. Diverse classi di lavoratori e pensionati marceranno nel centro di Atene nel corso della giornata. La partecipazione alle proteste di piazza si è notevolmente ridotta da quando la Grecia ha firmato un terzo piano di salvataggio internazionale nel luglio del 2015 dopo difficili negoziati che hanno portato il paese a un passo dall’uscita dall’eurozona.

Lunedì, durante la riunione dell’Eurogruppo, è emerso che le autorità di Atene e i creditori internazionali vogliono accelerare il superamento degli ostacoli incontrati nella riforma sul lavoro, fra cui la liberalizzazione dei licenziamenti di massa e il rilancio della contrattazione collettiva tra datori di lavoro e sindacati. Fra le questioni più spinose, inoltre, la riforma del settore energetico e le misure volte a colmare il deficit di bilancio previsto nel 2018: entrambi i temi potrebbero essere oggetto di dibattito la prossima settimana. Il premier greco Alexis Tsipras auspica il raggiungimento di un accordo entro la fine dell’anno per includere i titoli di stato nel programma di acquisizione della Banca centrale europea, il Quantitative Easing, che partirà a marzo del 2017

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.