Coronavirus. 6 giugno. 234.801 casi, 165.078 guariti, 33.846 decessi, 293 in rianimazione. Uecoop, attenti alle truffe online per le vacanze 2020

Coronavirus. 6 giugno. 234.801 casi, 165.078 guariti, 33.846 decessi, 293 in rianimazione. Uecoop, attenti alle truffe online per le vacanze 2020

Lombardia con 142 nuovi casi positivi per il Covid 19. Mentre sono 234.801 i casi totali di coronavirus in Italia, con un aumento di 270 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. In cinque regioni (Campania, Umbria, Calabria, Molise e Basilicata) non si è registrato alcun nuovo caso. Secondo i dati dell’ultimo bollettino della protezione civile, gli attualmente positivi sono 35.877, con un decremento di 1.099 rispetto a ieri, i guariti 165.078; con le 72 vittime di oggi (ieri erano state 85) il totale sale a 33.846. In 8 regioni non si sono avuti decessi (Trentino Alto Adige, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Calabria, Molise e Basilicata). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 72.485 tamponi per un totale di 4.187.057 (un positivo ogni 268). I pazienti in terapia intensiva scendono di altre 23 unità, attestandosi sotto quota 300 (293). In Lombardia i tamponi effettuati sono stati 13.696, per un totale complessivo di 813.972. Nella regione sono attualmente positive 19.499 persone (-354). Il totale complessivo dei positivi riscontrati in Lombardia dall’inizio della pandemia a oggi: 90.070. “Il virus circola ancora, ecco perché dobbiamo mantenere un atteggiamento di vigile serenità. La prova arriva anche dai dati di oggi, che sono buoni nonostante qualche focolaio attivo. E anche in Lombardia, che è un po’ il fanalino di coda di questa coda dell’epidemia, il trend è buono” afferma il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco, commentando i dati di oggi della Protezione civile. “A dirci che dobbiamo tenere alta la guardia è anche il focolaio del Lazio, che leggerei in modo positivo: è un bene averlo individuato precocemente. Siamo ancora nella battaglia contro Covid-19, e dobbiamo restare vigili”. D’altro canto “anche i risultati del monitoraggio diffusi oggi ci dicono che le prime due aperture post lockdown finora sono andate bene. Speriamo che questa recente apertura fra le regioni non ci giochi brutti scherzi. Lo sapremo solo fra qualche giorno”, conclude.

La situazione del mondo

Superano quota 6,7 milioni i casi di coronavirus Sars-Cov-2 nel mondo, secondo il contatore aggiornato dal Coronavirus Resource Center dell’ateneo statunitense Johns Hopkins University. I dati dell’istituto di Baltimora segnalano ad oggi 6.766.997 contagi nel Pianeta, di cui 395.703 morti. Con gli Stati Uniti in cima sia per casi totali (1.897.838) che per decessi (109.137). Il Brasile è il secondo Paese per contagi (614.941) e il terzo per numeri di morti (34.021), alle spalle del Regno Unito che ha 40.548 decessi conteggiati, ponendosi come il secondo Paese nel mondo con più vittime di Covid-19. L’Italia è al settimo posto per casi e al quarto per il numero di morti. L’India ha superato l’Italia diventando il sesto paese al mondo per numero di casi di Covid-19, dietro a Stati Uniti, Brasile, Russia, Spagna e Regno Unito. Stando agli ultimi dati diffusi dalle autorità sanitarie, nelle ultime 24 ore il Paese ha registrato altri 9.887 casi, che portano così a 236.657 il totale dei contagi dall’inizio della pandemia. L’India ha registrato altri 294 morti nelle ultime 24 ore, che portano a 6.642 il totale dei decessi.

Uecoop: vacanze a rischio con 500 truffe al giorno

“Con oltre 500 truffe e frodi on line al giorno a rischio le vacanze degli italiani nella Fase 3 dell’emergenza coronavirus che apre ai viaggi fra regioni e all’estero”. L’avvertimento emerge da una elaborazione dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati Istat, con 7 milioni di turisti nazionali pronti a raggiungere le località di villeggiatura al mare, in montagna e in campagna che sempre più spesso prenotano e pagano on line viaggi e soggiorni per una spesa sul web per che sfiora i 13 miliardi di euro l’anno secondo l’analisi di Uecoop sull’ultimo report Digital. Uecoop parla di “giungla di trappole” che “rischia di mandare all’aria le vacanze di molti italiani dopo lo stress del lungo periodo di lockdown. Con le truffe e frodi on line che sono praticamente raddoppiate negli ultimi dieci anni – sottolinea Uecoop – è necessario porre ancora maggiore attenzione sia a siti che sia ai prezzi che, se troppo bassi rispetto ad altre sistemazioni simili, potrebbero essere un segnale di allarme”. “Ma i truffatori sono diventati sempre più esperti nell’organizzare il raggiro ‘rovina vacanze’ e si preoccupano di ogni dettaglio: oltre alle foto della casa da affittare, ad esempio, inseriscono un numero di cellulare al quale risponde sempre qualcuno almeno fino a quando non sono arrivati i soldi dell’acconto o del saldo, inoltre – continua Uecoop – inseriscono indirizzi con numeri civici che non si vedono sulle mappe on line o sono coperti da alberi o cartelli stradali, infine mettono delle coordinate bancarie intestate a prestanome nullatenenti che anche se individuati non possono risarcire alcunché”. C’è anche il cosiddetto gioco al rialzo: si prenota la casa per un determinato periodo dell’anno, ma viene detto che non c’è disponibilità con la proposta di una soluzione alternativa, che potrebbe anche essere sempre la stessa, ma ad un prezzo più alto. “Un ultimo metodo di raggiro – spiega Uecoop – fa leva sulle immagini ritoccate che trasformano una stamberga in una finta abitazione di lusso, oppure che riprendono il mare a due passi mentre invece si trova a chilometri. Per tentare di ridurre il rischio – conclude Uecoop – occorre seguire alcune semplici regole: dare la preferenza siti ufficiali e conosciuti, non fidarsi a occhi chiusi di offerte troppo convenienti, controllare le eventuali recensioni di altri acquirenti e se si riesce ad avere qualche contatto in loco verificare che le cose siano come descritte nell’annuncio”.

Share