Primo Maggio. Cgil Roma Sud, iniziativa social per essere vicini pur fisicamente lontani

Primo Maggio. Cgil Roma Sud, iniziativa social per essere vicini pur fisicamente lontani

Un Primo maggio diverso, in cui per la prima volta dal dopoguerra le piazze non saranno gremite e “perfino il tradizionale concertone della Cgil Cisl Uil sarà trasmesso solo via tv o web. In questo contesto è più che mai necessario rimettere al centro la persona ed i suoi diritti, a partire da quelli relativi al lavoro ed alla salute”. Lo si legge in una nota della Cgil Roma sud Pomezia Castelli. Ai tavoli governativi, “così come rispetto alle Istituzioni locali e nei luoghi di lavoro, la Cgil, unitariamente con Cisl e Uil, sta portando avanti un lavoro complicato ed incessante che ha già dato alcuni risultati importanti, quali i protocolli per la sicurezza nei luoghi di lavoro e che anche a livello locale tentano una prima risposta alle difficoltà economiche causate dall’emergenza covid-19”.

In questi giorni, ed ancora di più nella Fase 2 che si apre la prossima settimana, “avremo il compito -continua la nota- a livello territoriale e nei luoghi di lavoro, di garantire e verificare l’esigibilità per tutti questi provvedimenti. Inoltre i nostri servizi della tutela Individuale, caaf, patronato, ufficio vertenze, non hanno mai interrotto, sia pure in modalità da remoto la loro attività nei prossimi giorni riapriranno, su appuntamento, e con tutte le precauzioni del caso, anche la possibilità di contatto diretto nelle nostre sedi sul territorio”.

Ma sfide ancora più importanti ed impegnative “ci attendono nei prossimi mesi, perché la pandemia pone a tutti noi l’esigenza non più eludibile di mettere in campo trasformazioni profonde a livello economico, sociale, ambientale ed affrontare le troppe disuguaglianze che rischiano di esplodere. Ce la possiamo fare, non da soli, ma insieme, attivando la grande forza collettiva della nostra organizzazione ed in rete con tanti altri soggetti”. E’ importante oggi “essere vicini, pur fisicamente lontani. Per questo – continua la nota di Cgil Roma sud – al posto del tradizionale appuntamento in piazza, la Cgil sta promuovendo varie iniziative, tra cui il lancio di una nuova piattaforma nazionale di comunicazione collettiva, appunto, ed anche noi abbiamo pensato di lanciare nel territorio della Camera del lavoro Roma sud Pomezia Castelli una campagna via social per rendere più tangibile la nostra presenza. Stiamo invitando -continua la nota – le compagne ed i compagni della nostra Camera del lavoro, delle categorie, del sistema dei servizi Cgil, ma anche delegati e iscritti, lavoratori, studenti, insomma chiunque volesse, a farsi una foto che richiama il Primo maggio 2020 ed i nostri valori: lavoro, salute, diritti e pubblicarla sulle nostre pagine social”.

Share