Lo sport al tempo del coronavirus, tra annullamenti, rinvii e incontri a porte chiuse

Lo sport al tempo del coronavirus, tra annullamenti, rinvii e incontri a porte chiuse

La Figc ha disposto che “tutte le competizioni sportive calcistiche organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A si disputeranno a porte chiuse per tutto il periodo di vigenza delle prescrizioni imposte dal dpcm 4.03.2020 e, comunque, sino a quando le disposizioni statali non modificheranno le stesse”, ovvero almeno fino al 3 aprile. Con questo provvedimento, reso pubblico nella serata del 4 marzo, la Federazione italiana Giuoco Calcio si è allineata alle disposizioni del governo per arginare la diffusione del coronavirus, ponendo fine alle polemiche che da giorni stavano tenendo banco tra i dirigenti di club italiani di Serie A. La Lega Serie A ha ufficializzato la modifica del calendario della stagione in corso comunicando in una nota gli orari dei recuperi della 26ma giornata che non si sono disputati lo scorso fine settimana a causa dell’emergenza coronavirus. Domenica alle 12.30 si giocherà Parma-Spal, alle 15 Milan-Genoa e Sampdoria-Hellas Verona, alle 18 Udinese-Fiorentina. Juventus e Inter scenderanno in campo domenica alle 20.45. Il turno si chiuderà lunedì alle 18.30 con la sfida Sassuolo-Brescia. Tutte le partite si disputeranno a porte chiuse come previsto dal Dcpm del 4 marzo.

Alle stesse disposizioni si sono attenute anche Serie B e Lega Pro. La Lega Dilettanti invece ha comunicato che “la 27^ giornata di Serie D prevista per questo weekend è stata rinviata interamente a data da destinarsi”. È stato “disposto anche l’annullamento dei recuperi programmati dall’11 marzo al primo aprile”, mentre “un nuovo calendario sarà comunicato la prossima settimana”, come si legge in una nota ufficiale. Per quanto riguarda gli eventi internazionali, l’Uefa ha comunicato all’Atalanta che la partita di ritorno degli ottavi di Champions a Valencia si giocherà regolarmente ma a porte chiuse.

Oltre al massimo campionato di calcio, si blinda anche quello di basket. “La Federazione Italiana Pallacanestro – si legge in una nota – in considerazione delle disposizioni emanate dal Governo per l’emergenza Coronavirus e la salvaguardia della salute pubblica, pur conscia dei notevoli danni economici che speriamo siano sostenuti dalle Istituzioni così come in altri settori dell’economia, dispone che fino a determinazione diversa, le gare di Lba si giochino a porte chiuse e tenuto conto delle norme previste dal decreto del 4 marzo 2020. La Fip, inoltre, dispone lo svolgimento di tutti i campionati nazionali dilettantistici maschili e femminili a porte chiuse secondo le modalità previste dal sopracitato decreto. Infine, tutti i campionati regionali senior e giovanili, le attività di Minibasket, di formazione e ogni altro evento federale sono sospesi su tutto il territorio nazionale fino a nuova disposizione”. E se i motori avevano già comunicato lo stop nei giorni scorsi, Carmelo Ezpeleta, ceo di Dorna, oggi ha reso note le modifiche al calendario attraverso una nota ufficiale: “Il Gran Premio de Aragon verrà spostato al fine settimana del 27 settembre e, la domenica successiva, i piloti saranno impegnati sulla pista di Buriram per disputare il Gran Premio della Thailandia, il 4 ottobre”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche la Federazione Italiana Rugby, che ha comunicato “la decisione di posticipare i tre incontri tra Italia e Inghilterra (Maschile, Femminile, U20) previsti nel weekend del 13-15 marzo, con l’intenzione di riprogrammarli in data successiva”, mentre lo sci ha fatto sapere che “gli eventi e le competizioni dove sono e saranno presenti atleti agonisti sono autorizzate, sempre che vengano disputate in impianti sportivi utilizzati a porte chiuse e seguendo rigidamente il protocollo”. La Federazione italiana Sport invernali ha anche sottolineato che “tutte le competizioni e gli eventi sportivi di calendario federale dove invece non è possibile garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale e/o il rischio di assembramenti, sono da ritenersi sospese fino al 3 aprile 2020”. Domani è attesa la decisione per quanto riguarda le Finali di Coppa del mondo di Cortina.

Tennis. Saranno Fabio Fognini e Duckhee Lee ad aprire domani alle alle 12 la sfida tra l’Italia e Corea del Sud valida per il turno preliminare della Coppa Davis 2020, in programma fino a sabato sulla terra rossa del Tennis Club Cagliari (la vincente sarà una delle 12 squadre protagoniste a novembre delle Finals per il trofeo alla Caja Magica di Madrid). Si giocherà a porte chiuse per l’emergenza Coronavirus. A seguire Gianluca Mager, esordiente con la maglia della nazionale, affronta Ji Sung Nam. Sabato – secondo il format introdotto lo scorso anno – si comincia con il doppio tra la coppia azzurra Lorenzo Sonego/Stefano Travaglia e quella coreana Ji Sung Nam/Min-Kyu Song. Quindi il match tra i due numeri uno dei rispettivi team, Fognini e Nam, ed in chiusura quello tra i numeri due, Mager e Lee.

Share