Giordania. Turista italiano a Petra muore per un masso staccatosi da una parete rocciosa

Giordania. Turista italiano a Petra muore per un masso staccatosi da una parete rocciosa

Si chiamava Alessandro Ghisoni il turista italiano di 32 anni deceduto a seguito di una frana nella storica città di Petra, in Giordania. Lo riferisce il quotidiano piacentino “Libertà”, precisando che l’ingegnere italiano si trovava in vacanza con la moglie Sonia, sposata nel luglio scorso, e i cognati quando è stato colpito alla testa da un masso staccatosi da una parete rocciosa. Il giovane è stato soccorso da due medici che facevano parte della comitiva di escursionisti e inizialmente sembrava che potesse riprendere i sensi, ma è deceduto sull’ambulanza che lo stava trasportando al più vicino ospedale.

Le autorità giordane hanno avviato un’indagine per stabilire quanto accaduto. Secondo l’Autorità regionale per il turismo di Petra, le frane sarebbero state provocate dalle forti piogge avvenute nei giorni scorsi che hanno smosso pietre e detriti lungo le pareti della stretta valle che circonda il sito archeologico, tra i più visitati e famosi del Medio Oriente.

 Alessandro Ghisoni lavorava nel team di progettazione e innovazione dell’ufficio tecnico della Bolzoni, azienda che produce materiali e attrezzatura per la logistica. “Alessandro – dice l’azienda in una nota – era in Bolzoni da otto anni. Era un ingegnere brillante e appassionato e stimato da tutto il gruppo nel mondo per il suo talento e la sua umanità: era davvero un ragazzo straordinario, una persona meravigliosa, un faro per l’azienda. Il gruppo è in stretto contatto con i genitori e la sua famiglia”. Bolzoni si trovava in Giordania per una vacanza, insieme alla moglie e ai cognati. La salma sarà rimpatriata dopo l’autopsia.

Share