Coronavirus. Sale a 1770 il numero dei decessi in Cina, mentre i contagi sono 71.902. Sperimentati nuovi farmaci. Gualtieri: “monitoriamo gli effetti economici”

Coronavirus. Sale a 1770 il numero dei decessi in Cina, mentre i contagi sono 71.902. Sperimentati nuovi farmaci. Gualtieri: “monitoriamo gli effetti economici”

L’ultimo bilancio dell’epidemia di polmonite virale è di 1.770 morti in Cina, principalmente nella provincia centrale di Hubei, da aggiungere ai decessi fuori a Taiwan, in Giappone, Francia, nelle Filippine e a Hong Kong. I contagi sono 71.902. Il numero quotidiano dei nuovi decessi tende a rallentare (105 nelle ultime ventiquattr’ore contro 142 il giorno prima e 143 quello ancora precedente). Secondo il portavoce del ministero della Salute Cinese, Mi Feng, “già si vede l’effetto delle misure per controllare e prevenire l’epidemia”. Più prudente l’Oms, secondo la quale è troppo presto per parlare di trend in calo. Pechino comunque ha deciso di rinviare l’Assemblea del popolo, il principale appuntamento.

C’è anche un italiano tra i passeggeri contagiati dal virus, a bordo del volo charter Usa che ha riportato negli Stati Uniti gli statunitensi che erano a bordo della Diamond Pricess. E’ un italo-americano che vive da diversi anni negli Stati Uniti, sposato con una donna statunitense e che è stato preso in carico dalle autorità americane perché è risultato positivo ai test realizzati prima dell’imbarco sul volo. Le autorità americane hanno preannunciato che tutti i passeggeri sbarcati dal volo saranno sottoposti a nuovi test in Usa, stavolta realizzati dai Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta. I passeggeri dell’aereo, decollato dall’Haneda Airport di Tokyo e atterrato in una base aerea militare, la Travis Air Force Base, vicino Fairfield, in California, sono stati messi in isolamento in una struttura militare. In Cina, Liu Zhiming, responsabile dell’ospedale Wuchang, è morto: lo riferiscono media cinesi ripresi dalla stampa internazionale.

Primo caso di dimissione da una struttura ospedaliera a Wuhan di un malato curato con una terapia che prevede l’utilizzo di plasma donato da pazienti guariti. Lo ha annunciato la Cina, aggiungendo che un altro paziente che ha ricevuto la stessa cura è in grado di alzarsi dal letto. Altri dieci pazienti ancora ricoverati saranno curati allo stesso modo. Pechino, sulla base dei risultati degli studi clinici, conferma che la clorochina fosfato, un farmaco antimalarico, ha un certo effetto curativo sulla nuova malattia. Rinviata la riunione, prevista per marzo: questo -hanno spiegato le autorità – consentirà ai funzionari governativi di concentrarsi sul controllo dell’epidemia (un terzo dei deputati nazionali sono anche funzionari del governo locale, al lavoro per fermare la diffusione della malattia).

In Italia, impegno del ministro Gualtieri per le aziende in difficoltà a causa del coronavirus. “Stiamo monitorando gli effetti economici sui vari settori per individuare eventualmente misure specifiche di sostegno a singoli ambiti”, ha detto il ministro dell’Economia, secondo il quale “è ancora prematuro” valutare gli impatti economici del coronavirus sull’Italia: “attendiamo di monitorare gli sviluppi dell’economia cinese. Naturalmente la priorità del governo italiano è innanzitutto quello di difendere la salute dei cittadini”.

Share