Attacco con coltello a Stretham, Londra, contro due passanti. La polizia conferma di aver ucciso un uomo, forse un islamista

Attacco con coltello a Stretham, Londra, contro due passanti. La polizia conferma di aver ucciso un uomo, forse un islamista

Almeno due persone sono state accoltellate, e una di loro versa in gravi condizioni in ospedale questo pomeriggio a Londra. Nella prima fase delle indagini, si pensa che il sospettato sia stato spinto da ideologia islamista, e dunque che abbia compiuto un atto terroristico. L’attentatore, colpito a morte dalla polizia, indossava “un finto giubbotto suicida” costituito da oggetti destinati a sembrare un “esplosivo”. Un analogo finto giubbotto era stato indossato dagli aggressori sul London Bridge nel 2017 e nel 2019.

Scene di panico e urla sono state descritte da vari testimoni presenti oggi all’attacco compiuto alla periferia sud di Londra da un uomo armato di coltello e con una cintura esplosiva falsa addosso. Daniel Gough ha raccontato di aver visto “gente che correva e urlava in preda al panico” e aver poi sentito almeno “tre colpi” sparati da agenti armati contro l’aggressore. Unanime la sensazione di un intervento quasi immediato delle prime pattuglie di polizia e dell’arrivo poi di rinforzi in massa. Gulled Bulhan, 19enne studente nella zona di Streatham, ha detto di aver assistito all’attacco di fronte a un farmacia della catena Boots. “Ho visto un uomo con un machete e dei contenitori tenuti insieme da un gilet che aveva addosso, poi ho visto una persona, forse un poliziotto in borghese, che lo inseguiva e quindi ho sentito gli spari, credo tre”, ha detto. Altri testimoni riferiscono di passanti barricatesi in una libreria della catena WH Smith. L’ambasciata Usa, via Twitter, ha intanto raccomandato di evitare per ora Streatham.

Share