Tennis, Australian Open: Thiem vola in finale, lo aspetta Djokovic

Tennis, Australian Open: Thiem vola in finale, lo aspetta Djokovic

Duro compito quello di Dominic Thiem: strappare il titolo di campione dell’Australian Open a Novak Djokovic. Missione che il tennista austriaco perseguirà nella finale del primo Slam dell’anno proprio contro colui che trionfò a Melbourne la scorsa stagione. Dopo il successo di Nole che in semifinale ha battuto Roger Federer, il venerdì australiano ha consegnato il pass per l’ultimo atto della competizione a Thiem che, in rimonta ha battuto Sascha Zverev col punteggio di 3-6, 6-4, 7-6(3), 7-6(4); il tutto in 3 ore e 42 minuti di gioco. Per il tennista numero 5 del ranking Atp, si tratta della terza finale in uno Slam, la prima sul veloce dopo le due conquistate, ma anche perse con Nadal, al Roland Garros.

La prima frazione di gioco è stata interrotta dopo un break per parte a causa di un temporale che ha costretto gli organizzatori a chiudere il tetto della Rod Laver Arena. Il tedesco dimostra inizialmente di essere più lucido nei momenti chiave, riuscendo a strappare la battuta nei due turni finali del set per poi chiuderlo 6-3. Ma Zverev resiste solo per il primo parziale perchè nel secondo rimette Thiem in partita lasciandogli il set (6-4). Nel terzo poi entra in scena l’equilibrio e si decide al tie-break: la conta degli errori ripaga chi ne ha commessi meno, vale a dire l’austriaco che, così, ribalta la partita. Si va al quarto set, ancora una volta equilibrato, ancora una volta deciso al tie-break, ancora vinto da Thiem.

“Sapevo di dover essere concentrato e attento: Sasha è un amico, aveva disputato una orribile Atp Cup ma qui stava giocando benissimo”, ha commentato a caldo Thiem incalzato da John McEnroe. “Nel primo set non ho iniziato benissimo poi ho cominciato a sentirmi meglio – ha aggiunto – I problemi nel 4° set? Avevo un po’ di mal di stomaco per la tensione. A volte mi capita, ma poi passa”, ha aggiunto l’austriaco. Cala così il sipario anche sull’ultimo atto prima del gran finale: domenica per Djokovic sarà la 26/a finale Slam in carriera e l’ottava a Melbourne dove non ha mai perso. Gara che sulla carta si prospetta molto dura dunque per Thiem ma l’edizione 2020 dell’Australian Open verrà anche ricordata come quella dai tanti pronostici sfatati. Intanto, sono 10 i precedenti tra i due con Nole che conduce 6-4 ma con Dominic che si è aggiudicato le ultime due sfide, in semifinale al Roland Garros e nel round robin alle Atp Finals di Londra dello scorso anno.

Share