Lutago, in Valle Aurina, Alto Adige. Turisti travolti, 6 giovani morti, e 4 in gravi condizioni, arrestato 27enne ubriaco

Lutago, in Valle Aurina, Alto Adige. Turisti travolti, 6 giovani morti, e 4 in gravi condizioni, arrestato 27enne ubriaco

Strage di pedoni a Lutago, in Valle Aurina, in Alto Adige, dove nella notte un’auto guidata da un 27enne ubriaco ha investito a grande velocità un gruppo di giovani turisti tedeschi che si trovava sul ciglio della strada, causando sei morti e 11 feriti, di cui quattro gravi. L’incidente è avvenuto poco dopo l’una di notte: i turisti, tutti tra i 20 e i 26 anni, erano appena scesi dalla navetta che li aveva recuperati dopo una serata in discoteca e stavano camminando verso l’agriturismo in cui alloggiavano quando sono stati travolti dalla vettura lungo la strada principale. Alla guida dell’Audi TT coupè c’era un operaio incensurato 27enne di Chienes, in Val Pusteria, che si è fermato 150 metri dopo l’investimento. L’uomo è stato tratto in arresto dai carabinieri di Brunico con l’accusa di omicidio stradale e lesioni stradali: aveva un tasso alcolemico di due grammi per litro di sangue, quattro volte superiore al consentito. Sono anche stati disposti esami tossicologici per verificare l’eventuale assunzione di droga. Si è trattato di uno dei più gravi incidenti stradali nella storia dell’Alto Adige: le autorità hanno attivato il livello di allerta 5, sono intervenuti 165 soccorritori, tra cui squadre dei Vigili del fuoco e numerose ambulanze. Lungo la strada statale 621 è stato allestito un vero e proprio ospedale da campo e in una tenda sono state effettuate le prime medicazioni. Sei giovani, tutti di età compresa tra i 19 e i 22 anni, sono morti sul colpo mentre i feriti sono stati smistati negli ospedali di Brunico, Bressanone e Bolzano. Quattro di loro sono gravi, tra cui una donna che è stata trasportata in elicottero alla clinica universitaria di Innsbruck, in Austria. Tra le persone investite c’è anche una ragazza italiana. Sul posto sono arrivati anche il sindaco, Helmut Klammer, e il suo vice, e dirigente della Protezione Civile, Markus Gartner. I carabinieri di Bolzano in una nota hanno fatto sapere che “le generalità dei deceduti e dei feriti saranno comunicate ai familiari tramite il consolato tedesco di Milano non appena saranno precise e complete”. Lo scorso fine settimana, tre tedeschi erano morti in un incidente valanghe in Alto Adige.

Le sei vittime del terrificante incidente mortale avvenuto questa notte a Lutago in Alto Adige avevano tra i 20 e i 25 anni ed erano originarie della Germania. Quattro giovani provenivano dalla Renania Settentrionale-Vestfalia, gli altri due da Colonia e Remscheid. A comunicarlo è stato Armin Laschet (CDU), primo ministro della Renania Settentrionale-Vestfalia che in un messaggio ha scritto, “di fronte a questa terribile tragedia umana, la Renania Settentrionale-Vestfalia sostiene le famiglie delle vittime e dei feriti”. Stando alla testimonianza dell’autista dello shuttle bus, l’autista che a bordo della sua potente Audi TT ha causato la strage, “viaggiava ad alta velocità”.

“Sembrava un campo di battaglia”. Helmut Abfalterer è stato uno dei primi vigili del fuoco ad intervenire a Lutago, nei pressi di Brunico, dove un’auto ha falciato la folla uccidendo 6 giovani. La chiamata è arrivata poco dopo l’1 di notte e, spiega Abfalterer al Tageszeitung, inizialmente si parlava “di un incidente stradale con persone intrappolate. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto, si sono resi conto della folle proporzione di questa disgrazia”. Vigili del fuoco e personale sanitario si sono trovati davanti a scene che “sono state uno shock anche per gli operatori di emergenza esperti”.

Share