Re David, Fiom, al fianco dei lavoratori tedeschi del Gruppo Riva. Mobilitazione in Germania anche in altri Paesi

Re David, Fiom, al fianco dei lavoratori tedeschi del Gruppo Riva. Mobilitazione in Germania anche in altri Paesi

I dipendenti in Germania del Gruppo Riva stanno scioperando ad oltranza da 13 settimane per chiedere di applicare ai siti di Horath e Treviri il contratto collettivo del settore siderurgico. Dal 17 al 24 settembre ci sarà una settimana di lotta a partire dallo stabilimento di Berlino-Brandeburgo e la mobilitazione si estenderà a tutti gli altri Paesi europei. Lo riferisce la Fiom in una nota, assicurando solidarietà “anche attraverso iniziative sindacali negli stabilimenti italiani”.

“In due delle 5 acciaierie del Gruppo Riva in Germania, l’azienda italiana non riconosce l’accordo collettivo di settore, determinando l’applicazione di salari più bassi del 20-30% rispetto agli altri stabilimenti” ha dichiarato in una nota Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil. “I dipendenti in Germania del Gruppo – ha proseguito Re David – stanno quindi scioperando a oltranza da 13 settimane per chiedere di applicare ai siti di Horath e Treviri il Ccnl del settore siderurgico che Riva non applica. Oggi sono state decise le iniziative da intraprendere. Dal 17 al 24 settembre ci sarà una settimana di lotta a partire dalla Germania e dallo stabilimento di Berlino-Brandeburgo. La mobilitazione si estenderà anche a tutti gli altri Paesi europei nelle modalità che verranno concordate. E’ inaccettabile che un’azienda italiana non riconosca i diritti e il salario del contratto nazionale mettendo in contrapposizione i lavoratori, facendo concorrenza alle altre aziende del Gruppo e peggiorando le condizioni di lavoro”.

“La Fiom – ha concluso Re David – esprime piena solidarietà ai lavoratori e al sindacato tedesco dei metalmeccanici IG Metall. Non faremo mancare la nostra solidarietà anche attraverso iniziative sindacali negli stabilimenti italiani a sostegno di questa importante battaglia”.

Share