Lione. Esplosione in una strada pedonale del centro. La polizia vaglia l’ipotesi dell’attentato

Lione. Esplosione in una strada pedonale del centro. La polizia vaglia l’ipotesi dell’attentato

Almeno dieci persone tra cui un bambino sono rimaste ferite in un’esplosione avvenuta questo venerdì pomeriggio, alle 17.30, in una strada pedonale del centro di Lione. Lo ha riferito la prefettura regionale, precisando che il fatto è avvenuto davanti a un noto panificio all’angolo tra rue Victor Hugo e rue Sala, vicino a Place Bellecour, nel secondo arrondissement della città.

Secondo quanto riferito al quotidiano “Le Figaro” da una fonte della polizia, la deflagrazione è stata causata da un “pacco bomba che conteneva viti e chiodi”. Il presidente francese Emmanuel Macron ha parlato di un “attacco” e di “feriti”. “C’è stato un attacco a Lione, lo sanno tutti (…). Non è mia responsabilità fare un bilancio. A priori, in questa fase, non ci sono vittime. Ci sono feriti, quindi voglio rivolgere un pensiero ai feriti e alle loro famiglie”, ha detto Macron, intervistato in diretta dal “Youtuber” Hugo Travers. E’ sospettato un uomo in bicicletta che è ricercato dalla polizia.

Per un’ora circa si è parlato di ipotesi criminale, poi si è fatta strada la pista terroristica e le indagini sono state affidate alla procura antiterrorismo di Parigi guidata dal procuratore Remy Heitz, che si è subito recato sul posto. Mentre nel centro e nei dintorni si è scatenata una caccia all’uomo, le ipotesi si rincorrono sul movente dell’azione: nulla lascia propendere, al momento, per l’azione di carattere integralista. Fra le altre ipotesi ancora in piedi, l’atto di uno squilibrato o un regolamento di conti. In un tweet, il ministro dell’Interno Christophe Castaner ha annunciato il rafforzamento “della sicurezza dei siti che accolgono il pubblico e degli eventi sportivi e culturali”. Confermata, allo stadio di Lione ‘Groupama’, la prima di tre serate di concerti di Ed Sheeran, dove la vigilanza è stata aumentata per l’arrivo di circa 50.000 spettatori per ogni serata. Sia Castaner che il primo ministro Edouard Philippe hanno annullato la loro partecipazione al comizio di chiusura de La Republique en Marche in programma questa sera a Parigi con altri dirigenti del partito della maggioranza. Sul web, fin dal primo intervento di Macron su Youtube nei minuti immediatamente seguenti l’attentato, si moltiplicano le ipotesi e fioriscono i complottismi nel clima infuocato preelettorale. Gli ultimi sondaggi di oggi vedono approfondirsi il vantaggio del Rassemblement National di Marine Le Pen su La Republique en Marche di Macron. Il distacco, aumentato nelle ultime ore, è ormai di 2 punti

Share