Bombe d’acqua e grandine fanno collassare Roma. La Raggi si scusa con i romani

Bombe d’acqua e grandine fanno collassare Roma. La Raggi si scusa con i romani

Una forte ondata di maltempo, con pioggia e grandine, ha messo in ginocchio la capitale, colpendo in particolare il quadrante est della città. Centinaia gli interventi effettuati dai Vigili del fuoco con sottopassaggi allagati e automobili rimaste bloccate. In tilt il sistema dei trasporti. Sei stazioni della metropolitana sono state chiuse a causa degli allagamenti e sono state riaperte solo nella mattinata di lunedì. Forti ritardi si sono registrati sulle linee bus. Dalle 20 alle 23 di domenica sera, le squadre del Comando di Roma dei Vigili del fuoco hanno effettuato un centinaio di interventi.

Gli interventi principali hanno riguardato richieste di aiuto dei conducenti rimasti bloccati dentro le proprie auto andate in avaria a causa dell’acqua alta, che in alcuni punti ha raggiunto oltre il mezzo metro. Le zone più colpite nell’area area nord di Roma sono state: Prati Fiscali, Bufalotta, viale Ionio, viale Tiziano, via Nomentana/Arturo Graf, via Tiburtina, viale Tirreno e alcuni tratti del Gra. Allagamenti anche in via di Ciampino e via Prenestina, Collatina/via Longoni. Alberi e rami caduti si sono registrati in via Ardeatina e in via Statilia. Pattuglie della Polizia locale sono intervenute anche in via Appia Antica per l’allagamento della Basilica di San Sebastiano.

“Gli allagamenti e i disagi che hanno colpito Roma nelle ultime ore sono stati causati dalla scarsa manutenzione delle strade e dalla mancata rimozione delle foglie”. Lo denuncia il Codacons, che nei giorni scorsi aveva chiesto interventi per garantire la viabilità nella Capitale in caso di pioggia. “Solo lo scorso 2 ottobre avevamo diffidato l’Ama e il Comune a mettere in campo una task force per rimuovere le foglie da marciapiedi e strade– prosegue una nota – temendo che al primo temporale Roma si sarebbe allagata a causa dell’ostruzione di tombini e caditoie. Puntualmente i nostri timori si sono avverati e intere strade della città si sono trasformate ieri in fiumi d’acqua, mettendo a rischio l’incolumita’ degli utenti e creando disagi immensi alla viabilitaà. “Un problema che si ripresenta puntualmente ogni anno in questo periodo e che potrebbe essere evitato se si provvedesse a tenere puliti i tombini e rimuovere i tappeti di foglie che si creano sui marciapiedi – conclude l’associazione – Per tale motivo forniremo assistenza legale a tutti i cittadini che hanno subito danni a vetture o abitazioni a causa degli allagamenti delle ultime ore, ai fini delle dovute azioni risarcitorie”. La sindaca di Roma, Virginia Raggi, con un post pubblicato su Facebook si è scusata per i disagi. “Questa notte si è abbattuto su Roma un violento temporale con forti grandinate che ha causato diversi allagamenti in alcuni quartieri della Capitale, in particolare nel quadrante est. Siamo subito intervenuti con volontari, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Polizia Locale, e squadre del Simu e dell’Ama – spiega Raggi – Abbiamo prontamente riunito il Coc, Centro Operativo Comunale, per coordinare al meglio le operazioni. Ringrazio tutte le squadre che questa notte lavoreranno senza sosta sul territorio per ripristinare più velocemente possibile la normalità. Ci scusiamo sin d’ora per i disagi”.

Grosse difficoltà per le linee della metropolitana dopo l’ondata di maltempo che ieri sera ha colpito la capitale. Lunedì mattina sono state riaperte le stazioni della metro A Colli Albani, Lucio Sestio, Cinecittà, Numidio Quadrato, Porta Furba Quadraro e Pietralata della metro B. Le stazioni metroferroviarie sono tutte aperte, fa sapere l’Atac e la circolazione è regolare. Oggi saranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado di Napoli.

Share