Indonesia, oltre 400 morti per un terremoto e il devastante tsunami scatenato dalla scossa

Indonesia, oltre 400 morti per un terremoto e il devastante tsunami scatenato dalla scossa

Prima una devastante serie di scosse di terremoto, poi l’onda anomala di uno tsunami che ha provocato la morte di almeno 400 persone, il dato è provvisorio, l’Indonesia. Particolarmente colpita Palu, città di 350mila abitanti nell’isola di Sulawesi, nella parte centrale del paese, travolta da onde alte un metro e mezzo.

Gli ospedali faticano a gestire le centinaia di feriti che continuano ad affluire.

“A Palu ci sono case ed edifici che sono stati distrutti, devastati anche alberghi, ospedali. Il principale centro commerciale di Palu è crollato”, ha detto il portavoce dell’agenzia di gestione delle catastrofi, Sutopo Purwo Nugroho: “L’albergo Rua-Rua è crollato, aveva 80 camere 76 delle quali occupate”, ha aggiunto.

Un terremoto di magnitudo 7,5 sulla scala Richter – secondo l’istituto di geofisica americano Usgs – ha colpito l’isola di Sulawesi. La scossa ha fatto registrare una magnitudo più alta di quelle che hanno colpito ad agosto l’isola di Lombok – vicino Bali – che causarono oltre 500 morti e 1.500 feriti. È stata seguita da uno tsunami alle 18.22 locali, con un’altezza di un metro e mezzo sulla vicina costa di Palu.

Share