Tissone, Silp Cgil alle Commissioni Affari costituzionali del Parlamento: “correggere le progressioni di carriera in polizia”

Tissone, Silp Cgil alle Commissioni Affari costituzionali del Parlamento: “correggere le progressioni di carriera in polizia”

Intervenire, modificando e correggendo le attuali progressioni di carriera e le esistenti procedure concorsuali del personale della Polizia di Stato al fine di sanare le sperequazioni esistenti rispetto agli altri corpi. E’ la posizione espressa dal Silp Cgil, che ha preso parte oggi alle audizioni presso le commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato nel corso della discussione riguardante le modifiche al dlgs nr. 95/2017 sulla revisione dei ruoli e delle funzioni di Polizia.

Si tratta, per il segretario Daniele Tissone di una ‘necessità non più rinviabile’. Secondo Tissone, “lo strumento dei correttivi al decreto Madia, costituisce la giusta occasione per il governo, che nella precedente legislatura ebbe a criticare l’impianto di revisione attuale, per dimostrare la reale vicinanza agli uomini e alle donne in divisa”. “Ci aspettiamo – conclude Tissone – che vengano pertanto reperite nuove risorse utili a rendere maggiormente efficienti gli apparati valorizzando, anche economicamente, quel personale, oggi ridotto di oltre 8mila unità che, con un’età anagrafica media di circa 50 anni svolge quotidianamente il proprio lavoro affrontando rischi e criticità sempre più crescenti”.

Share