Sequestri e perquisizioni eccellenti per il ‘metodo Scarpellini’. Controlli nelle abitazioni di Denis Verdini e Luciano Ciocchetti

Sequestri e perquisizioni eccellenti per il ‘metodo Scarpellini’. Controlli nelle abitazioni di Denis Verdini e Luciano Ciocchetti

Favori, mazzette e la disponibilità di case senza pagare alcun affitto dal costruttore Sergio Scarpellini. I carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per corruzione nei confronti di Enzo De Santis, sindaco di Ponzano Romano, comune a nord di Roma, eletto con una lista civica di area centrista.

Ed in queste ore e sempre nell’ambito della stessa inchiesta che ha portato all’arresto del Sindaco di Ponzano Romano sono in corso perquisizioni presso le abitazione dell’ex parlamentare Denis Verdini e dell’ex vicepresidente della Regione Lazio, Luciano Ciocchetti. Nell’indagine risultano indagati anche l’ex presidente dell’Assemblea capitolina, Mirko Coratti, già coinvolto in Mafia Capitale e condannato in secondo grado a 4 anni e sei mesi.

De Santis è accusato di corruzione. Ci sono anche due indagati, all’epoca dei fatti pubblici ufficiali. Per gli inquirenti avrebbero tutti ricevuto benefici da Sergio Scarpellini, l’immobiliarista romano arrestato dai carabinieri per corruzione nel dicembre 2016 assieme all’allora dirigente del comune di Roma Capitale Raffaele Marra. Sequestrati beni per 750mila euro, ritenuti profitto delle tangenti ricevute.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma stanno eseguendo l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per corruzione, che dispone l’arresto del sindaco di Ponzano Romano, comune a nord di Roma. Ci sono anche due indagati, all’epoca dei fatti pubblici ufficiali. Il Gip del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura, ha inoltre disposto a carico dei tre, il sequestro di beni per circa 750.000 Euro, ritenuti profitto delle tangenti ricevute.

Share