Molise, non possono essere escluse nuove forti scosse di terremoto. Parla il capo delle Protezione Civile, Angelo Borrelli

Molise, non possono essere escluse nuove forti scosse di terremoto. Parla il capo delle Protezione Civile, Angelo Borrelli

Sono ormai oltre 200 gli eventi tellurici che dalla serata del 14 agosto tengono il Molise ncon il fiato sospeso. Giovedì, il Capo della Protezione Civile si è recato in Molise per fare il punto della situazione con gli amministratori del territorio. “C’è il terremoto, il terremoto non è prevedibile, ci sono queste scosse, gli esperti dicono che è aumentata la probabilità che ci possa essere una scossa ancora più forte, regoliamoci di conseguenza. Questo è il messaggio che deve passare”. Così Borrelli, al Coc di Montecilfone (Campobasso) per un incontro con il sindaco, Franco Pallotta, i tecnici e le istituzioni locali nel quale è stato fatto il punto sull’emergenza terremoto in Molise. Il vertice della Protezione civile ha dunque ribadito quello che aveva già detto due giorni fa in Prefettura a Campobasso: “non possiamo escludere ulteriori scosse, anche di più elevata intensità”.

Borrelli ha anche annunciato che il presidente della Regione, Donato Toma, “sta preparando la relazione per la richiesta dello stato di emergenza. Appena pronta, porterò la dichiarazione al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Consiglio dei ministri”.

Share