Trovato il corpo di Manuela Bailo. Era scomparsa nel nulla il 28 luglio, la confessione dell’amante ha permesso la localizzazione del cadavere

Trovato il corpo di Manuela Bailo. Era scomparsa nel nulla il 28 luglio, la confessione dell’amante ha permesso la localizzazione del cadavere

Manuela Bailo è stata uccisa: il cadavere della 35enne di Nave che era svanita nel nulla dal 28 luglio è stato trovato sotterrato nel giardino di una cascina in provincia di Cremona. A farlo scoprire è stato l’assassino: il collega di lavoro e amante della giovane scomparsa – Fabrizio Pasini, 48 enne bresciano, sindacalista della Uil – che si era sempre dichiarato estraneo al giallo, ma al ritorno dalle vacanze in Sardegna con la moglie è stato ascoltato per diverse ore la notte scorsa dagli inquirenti e alla fine ha confessato il delitto.

L’omicidio è avvenuto la sera stessa della scomparsa di Manuela al termine di un litigio durante il quale Fabrizio Pasini si sarebbe anche procurato una forte botta alle costole. “Sono caduto in casa inciampando in un tappeto”, aveva poi spiegato in un’intervista, mentendo.

Share