Imprenditore italiano cerca di sfuggire ad un sequestro in Venezuela e viene assassinato. Morti anche cinque rapitori

Imprenditore italiano cerca di sfuggire ad un sequestro in Venezuela e viene assassinato. Morti anche cinque rapitori

Un giovane imprenditore italiano residente da tempo in Venezuela, Elio José Simonelli Datellis, è stato ucciso nella giornata di mercoledì durante un tentativo di sequestro a Maracay, nello Stato di Aragua. A darne notizie è l’Agenzia ufficiale di stampa venezuelana.
Simonelli Datellis, riferisce il quotidiano ‘El Siglo’, era un noto uomo d’affari, proprietario fra l’altro di alcuni magazzini della Nestlé in Aragua. Secondo il portale Efecto Cocuyo, l’imprenditore, che aveva 45 anni, è stato sequestrato da un gruppo di uomini armati mentre viaggiava sulla Avenida Fuerzas Armadas di Maracay, vicino ad una carrozzeria di sua proprietà. La banda è stata però intercettata dalla polizia, che ha ingaggiato un conflitto a fuoco in cui sono morti cinque rapitori ma anche l’italiano sequestrato, raggiunto all’addome da un colpo di pistola.

Share