Spettacolare fenomeno astronomico venerdì 27: l’eclissi totale di Luna più duratura del secolo, dalle ore 22.20 alle 23.13

Spettacolare fenomeno astronomico venerdì 27: l’eclissi totale di Luna più duratura del secolo, dalle ore 22.20 alle 23.13

Bella, rara e facile da osservare a occhio nudo l’eclissi lunare di venerdì 27 luglio poco dopo il tramonto del Sole. Occorrerà dirigere lo sguardo verso sud per osservare la Luna piena che si leva maestosamente. Il cielo sarà ancora piuttosto chiaro nel crepuscolo, ma si potrà già constatare quanto sarà diversa la Luna, quasi come un’enorme arancia astronomica. Nello spazio, il Sole, la Terra e la Luna saranno sul punto di allinearsi quasi perfettamente e il disco lunare si troverà progressivamente nel cono d’ombra della Terra. Alle ore 21.30 di venerdì 27, la Luna piena si troverà perfettamente nel cono d’ombra della Terra, e la sua faccia mostrerà una colorazione di un arancione denso. Si tratta di una scena superba e inedita – l’ultima eclissi totale di Luna vsibile è del 28 settembre del 2015 – ma il clou dello spettacolo sarà verso le 22.20, quando il nostro satellite arriverà nel punto più profondo dell’ombra terrestre, il punto che diventa sempre più colorato d’arancione per effetto della traiettoria del pianeta Marte, visibile ad appena 6 gradi di distanza dalla Luna. Il pianeta Rosso è all’opposizione e brillerà come mai nel corso degli ultimi quindici anni. Anche Marte si troverà allineato col Sole e la Terra, ma è situato a una distanza di 58 milioni di km da noi, dunque ben al di là dell’estremità dell’ombra del nostro pianeta. A partire dalle ore 23.13, dopo un’ora e 43 minuti di eclissi totale – la più lunga del XXI secolo – il disco lunare comincerà ad uscire dal cono d’ombra della Terra. La fase esteticamente più bella dell’eclissi sarà dunque superata, ma il consiglio degli astronomi è di restare ancora fuori e con gli occhi verso la Luna per apprezzare l’intensità eccezionale di Marte che resterà perfettamente visibile nonostante l’aumento considerevole della luminosità lunare. Alle 0.19 del 28 luglio la Luna piena sarà completamente fuori dal cono d’ombra della Terra e non tornerà così fino al prossimo 21 gennaio in occasione della prossima eclissi totale, ugualmente visibile in Europa.

Cos’è un’eclissi di Luna?

Un’eclissi totale di Luna si produce quando la Luna piena attraversa l’ombra della Terra e non è più direttamente illuminata dai raggi del Sole. La Luna ruota attorno alla Terra percorrendo un’orbita inclinata di 5,1° in rapporto al piano dellorbita terrestre attorno al Sole. Questa inclinazione è importante perché limita drasticamente il numero di eclissi lunari che possiamo vedere. Un’eclissi si può produrre così solo nel fase della Luna piena, quando il nostro satellite si situa in opposizione al Sole in rapporto alla Terra. Illuminata di giorno dal Sole, la Terra possiede un cono d’ombra che si estende per meno di due milioni di chlometri lungo il piano della sua orbita. L’eclissi totale si produce dunque quando la Luna piena si muove dentro – o nella immediata prossimità – del piano dell’orbita terrestre, chiamato “piano dell’ellittica”.

Come osservare un’eclissi di Luna?

L’osservazione dell’eclissi di Luna non presenta alcun rischio per la vista, come accade invece per l’eclissi di Sole. S potrà dunque ammirare la Luna ad occhio nudo, oppure con gli strumenti ottici più o meno potenti, come i telescopi. E’ importante sottolineare che, durante tutta la fase in cui si vede il disco lunare piombare progressivamente nell’ombra oppure quando ne esce, la colorazione della superficie lunare non è possibile vederla a occhio nudo, perché la zona. Già spettacolare a occhio nudo, l’osservazione di una eclissi lunare diventa sontuosa con uno strumento ottico, perché l’ingrandimento permette di vedere i dettagli della progressione dell’ombra da un cratere all’altro e di godersi le variazioni cromatiche che si manifestano lungo tutto il fenomeno. Ad esempio, la colorazione blu-verde che si produce per effetto dell’ozono nella periferia dell’ombra è particolarmente spettacolare nei primi e negli ultimi minuti dell’eclissi totale, quando il bordo lunare non è più oscurato.

Share