Sale a oltre 80 morti il bilancio degli incendi in Grecia. Potrebbe essere tragico il numero dei dispersi a far orrore

Sale a oltre 80 morti il bilancio degli incendi in Grecia. Potrebbe essere tragico il numero dei dispersi a far orrore

E’ salito a oltre ottanta morti il bilancio ufficiale degli incendi che hanno devastato la Grecia. A darne notizia le autorità locali. I roghi “hanno distrutto il 98% di Mati”, la località a nordest di Atene in cui si registra il maggior numero di vittime. A riferirlo è il sindaco della cittadina di Rafina. Inoltre i vigili del fuoco hanno “ricevuto decine di segnalazioni di dispersi”.

Intanto, procede a rilento il riconoscimento delle vittime, a causa delle tragiche condizioni in cui sono stati trovati i cadaveri, ma è il numero dei dispersi che potrebbe diventare tragico. Sub sono al lavoro anche in mare, si cerca infatti anche nei fondali. Molte delle vittime avrebbero cercato di sfuggire dalle fiamme gettandosi e trovando però la morte annegando.

Fonti: “Mati è stata la capitale dell’abusivismo” – Mati, divorata dalla fiamme degli incendi in Grecia, è “la capitale dell’abusivismo. Nel corso degli anni i governi hanno condonato l’edificazione di abitazioni senza regole”. Lo riferiscono all’Ansa fonti vicine al governo di Atene. “La ricostruzione sarà difficile, in ogni caso il governo sta valutando di varare un piano regolatore”, proseguono. Nella cittadina, “è stato permesso a tutti di costruire ovunque, anche sulla spiaggia, in spregio a ogni regolamento e legge del Paese”, aggiungono le fonti.

Share