Il Premier Conte ed il Presidente della Camera Fico faccia a faccia con i genitori di Giulio Regeni. Presto il ministro degli Esteri Moavero in Egitto

Il Premier Conte ed il Presidente della Camera Fico faccia a faccia con i genitori di Giulio Regeni. Presto il ministro degli Esteri Moavero in Egitto

Il premier Giuseppe Conte ha incontrato Paola Deffendi e Claudio Regeni, genitori di Giulio Regeni, lo studente italiano torturato e ucciso in Egitto in circostanze ancora misteriose. Lo ha reso noto un comunicato pubblicato sul sito di palazzo Chigi. Al termine dell’incontro, il Premier ha diramato solo una nota e non ha voluto rilasciare dichiarazioni dirette ai tanti giornalisti persenti: “Oggi ho voluto incontrare i genitori di Giulio Regeni – si legge nella nota diffusa dall’ufficio stampa di palazzo Chigi- dei quali comprendo il grande dolore, affinché non si sentano soli e abbandonati dalle istituzioni italiane”.

“Prima di questo incontro ho acquisito dal procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone un aggiornamento sugli ultimi sviluppi dell’inchiesta”, continua la nota del premier.

“Ho sentito anche il nostro ambasciatore in Egitto, Giampaolo Cantini, per avere ulteriori informazioni. Ammiro la perseveranza, la compostezza e il coraggio con cui questi due genitori, da due anni e mezzo, stanno combattendo per la verità e la giustizia. A Paola Deffendi e Claudio Regeni ho assicurato che questo governo è al loro fianco in questa battaglia e che farà tutto ciò che è necessario per giungere alla verità”, ha assicurato Conte.

“Prima del nostro insediamento, è stato deciso di far rientrare al Cairo il nostro ambasciatore. Noi sfrutteremo la sua presenza in Egitto a sostegno di un’azione costante perché si faccia definitivamente chiarezza sulla tragica morte di Giulio”, termina la nota del presidente del Consiglio.

Poco prima dell’incontro con il Presidente del Consiglio, i genitori di Giulio Regeni hanno incontrato il presidente della Camera Roberto Fico e il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi.

“Oggi prosegue un percorso che abbiamo già avviato e che continua sulla strada tracciata dai genitori di Giulio Regeni, che ho incontrato per la prima volta più di un mese fa e oggi prosegue quel percorso anche con il ministro degli Esteri Moavero”, ha detto Fico al termine dell’incontro. Abbiamo fatto una riunione anche operativa”, ribadendo che c’è “un solo obiettivo: arrivare alla verita’ sull’uccisione di Giulio, che e’ stato torturato ed ucciso a Il Cairo”.

Durante l’incontro, ha quindi riferito Fico, sono state prese in considerazione anche “alcune iniziative da costruire”, tra cui potrebbe esserci anche quella di una visita in Egitto da parte dello stesso presidente della Camera, ma è ancora tutto da definire: “vedremo, ci stiamo lavorando”, ha spiegato.

Sempre questo venerdì è stata confermata la notizia che il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, andrà, probabilmente nelle prossime settimane, in Egitto. La visita di Moavero servirà a ricostruire, ancora una volta, il giallo intorno alle comunicazioni di fascicoli e soprattutto filmati, relativi al caso. Le autorità giudiziarie egiziane, infatti, avevano inviato recentemente una lunga serie di filmati, che però si sono rivelati del tutto inutili, visto che il povero ricercatore in quei video non era stato mai ripreso.

Share