Cinema. Presentato il ricco cartellone di Venezia 75, dal 29 agosto all’8 settembre. Buona anche la presenza italiana. Nel programma il film sulla morte di Stefano Cucchi

Cinema. Presentato il ricco cartellone di Venezia 75, dal 29 agosto all’8 settembre. Buona anche la presenza italiana. Nel programma il film sulla morte di Stefano Cucchi

“Sarà un’edizione ricca, curiosa, con moltissimi film di genere, molti grandi autori e tante opere prime”: il direttore Alberto Barbera ha definito con queste parole la 75esima Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, presentata a Roma, che si svolgerà dal 29 agosto all’8 settembre. In concorso quest’anno 21 film, di cui tre italiani: Luca Guadagnino porterà l’attesissimo “Suspiria”, remake del film di Dario Argento con Dakota Johnson e Tilda Swinton, Mario Martone il suo “Capri-Revolution”, ambientato alla vigilia della prima guerra mondiale, e Roberto Minervini il documentario sul razzismo in Usa “What you gonna do when the world’s on fire?”.

Sono numerosi i grandi autori che presenteranno a Venezia le loro nuove opere: dai fratelli Coen con “The ballad of Buster Scruggs”, in sei episodi, definito da Barbera “un film non solo sul western ma sull’America di oggi” a Damien Chazelle, che dopo il successo di “La La land” porterà “First man” sull’astronauta Neil Armstrong, con Ryan Gosling, ad Alfonso Cuaron con “Roma”, film autobiografico sulla sua famiglia, a Olivier Assayas con “Double vie”, commedia con Guillaume Canet e Juliette Binoche, a Jacques Audiard con il western europeo “The sisters brothers”, con Joaquin Phoenix e Jake Gyllenhaal. Paul Greengrass porterà in concorso alla Mostra “22 July”, sulla strage del 2011 in Norvegia, il tedesco Florian Henckel Von Donnersmarck tornerà con “Opera senza autore”, riflessione sulla dittatura nazista, Mike Leigh sarà presente con “Peterloo”, film su un episodio della storia inglese ambientato a Manchester nel 1819, che è anche una riflessione sul potere, mentre Julian Schnabel presenterà il suo Vincent Van Gogh interpretato da Willem Dafoe in “At eternity’s gate”.

Fuori concorso a Venezia 75 ci saranno 22 lungometraggi, fra cui spiccano l’attesissimo “A star is born”, esordio alla regia di Bradley Cooper con Lady Gaga, ma anche l’italiano Roberto Andò con “Una storia senza nome”, film su cinema e politica italiana e Valeria Bruni Tedeschi con il film autobiografico “Les estivants”. L’evento speciale fuori concorso sarà “The other side of the wind”, ultimo lavoro di Orson Welles portato a termine dal suo storico collaboratore Frank Marshall, mentre tra le proiezioni speciali ci sarà “L’amica geniale”: alla Mostra verranno infatti proiettate le prime due puntate della serie tratta dai libri di Elena Ferrante. Saranno diciannove i lungometraggi nella sezione Orizzonti, che verrà aperta dal film sulla storia di Stefano Cucchi “Sulla mia pelle”, interpretato da Alessandro Borghi e diretto da Alessio Cremonini.

Share