Calcio, TAS accoglie ricorso Milan: rossoneri giocheranno Europa League. L’ex proprietario Yonghong Li indagato per falso in bilancio

Calcio, TAS accoglie ricorso Milan: rossoneri giocheranno Europa League. L’ex proprietario Yonghong Li indagato per falso in bilancio

Il Tribunale di arbitrato dello Sport ha accolto il ricorso del Milan contro l’esclusione dalle competizioni europee per una stagione sancita in precedenza dalla Camera Giudicante della UEFA. Pertanto il club rossonero potrà prendere regolarmente parte alla prossima edizione dell’Europa league. Il Tribunale di Losanna, si legge nel dispositivo, ha parzialmente accolto le istanze della società rossonera e, pur riconoscendo “il mancato adempimento, da parte del Milan, del requisito del pareggio di bilancio”, annulla la decisione della Camera arbitrale dell’Organo di Controllo Finanziario per club della Uefa “nella parte in cui stabilisce l’esclusione del Milan dalla prossima competizione Uefa per la quale si sarebbe, altrimenti, qualificato nelle due stagioni successive (ovvero la stagione 2018/19 o la stagione 2019/20)”.

Il Tas, dunque, rinvia il caso alla stessa Camera arbitrale “per l’irrogazione di una sanzione disciplinare proporzionata”. L’esclusione dall’Europa League, insomma, è stata giudicata eccessiva dal Tribunale arbitrale il cui collegio “ha ritenuto che alcuni elementi rilevanti non fossero stati adeguatamente considerati dalla camera arbitrale, o che gli stessi non potessero essere adeguatamente considerati al momento dell’emanazione della decisione appellata (il 19 giugno 2018), tra cui, in particolare, l’attuale situazione finanziaria del club, significativamente migliorata in seguito al recente cambio di proprietà dello stesso”. Rigettata “la richiesta del Milan di ordinare all’Uefa la conclusione di un accordo transattivo”, il Tas ha così deciso di rinviare il caso alla Camera arbitrale ritenendola “in una posizione migliore” rispetto allo stesso Tribunale sportivo “per irrogare una sanzione disciplinare proporzionata sulla base dell’attuale situazione finanziaria del club”.

A questo punto, svanisce il sogno della Fiorentina di giocare l’Europa League mentre l’Atalanta, che in caso di esclusione del Milan sarebbe stata ammessa direttamente alla fase a gironi, debutterà nel secondo turno di qualificazione contro i bosniaci del Sarajevo: andata giovedì prossimo al Mapei Stadium di Reggio Emilia alle 20.30, ritorno il 2 agosto in Bosnia alle 20.15.

Nel frattempo, l’ex proprietario del Milan, Yonghong Li, è indagato dalla Procura di Milano per falso in bilancio. Lo confermano fonti della Procura. L’inchiesta è coordinata dai pm Fabio De Pasquale e Paolo Storari.

Share