Giro d’Italia. L’imprevisto avviene. Yates in difficoltà e Dumoulin lo avvicina, solo 28 secondi lo separano dalla maglia rosa. Regge Pozzovivo. Si fa sotto Froome. Vince la tappa un gregario di lusso, Schachmann

Giro d’Italia. L’imprevisto avviene. Yates in difficoltà e Dumoulin lo avvicina, solo 28 secondi lo separano dalla maglia rosa. Regge Pozzovivo. Si fa sotto Froome. Vince la tappa un gregario di lusso, Schachmann

Prima tappa del trittico, tre tappe sulle quali si gioca la vittoria finale del Giro. Si parte da Abbiategrasso per arrivare a Prato Nevoso una lunga salita che ha fatto male, molto male a Simon Yates, con uno scatenato Dumoulin, che gli ha rubato secondi preziosi sentendo odor di possibile maglia rosa. Domani ancora montagne con più di quattromila metri di dislivello, che ci diranno se il leader della classifica ce la farà a rispondere agli attacchi  da parte di Dumoulin che ci saranno di sicuro. Da tener d’occhio Froome che ora in classifica si trova quarto a poco più di tre minuti da Yates, preceduto da un ottimo Pozzovivo, a soli 2’43” dalla maglia rosa.

La tappa praticamente ha vissuto solo negli ultimi chilometri. I “capitani”, gli uomini di alta classifica, si sono disinteressati. Dopo pochi chilometri parte una fuga. Sarà quella buona. Ne fanno parte Ballerini, Cattaneo, Pfingsten, Plaza, Van Emden, Van Poppel, Marcato,  Kuznetsov, Morkov e Schachmann. Il loro vantaggio sul gruppo arriverà fino ad oltre 14 minuti. Si fa luce Cattaneo che punta alla vittoria. Anche Marcato si mette in evidenza. Ma alla fine il più forte risulterà Schachmann che va via da solo e vince la tappa. Secondo Plaza, terzo Cattaneo. L’attenzione si sposta su quanto sta avvenendo nel gruppo maglia rosa. Quando inizia la salita verso Passo Nevoso cominciano le schermaglie. Primi scatti, prova ad andarsene Bilbao insieme a Poels. Il primo a transitare sul GPM di Novello è Fonzi, seguito da Ballerini e Pfingsten. Il gruppo resta ancora lontano. Yates, Dumoulin, Froome si studiano, Aru è fuori dalla partita. Il primo a muoversi è Miguel Angel Lopez, che a cinque km da Prato Nevoso fa il buco e si lancia in solitario. Dumoulin coglie al volo l’occasione, insieme a Froome e Pozzovivo, attacca la maglia rosa che perde terreno. È la prima volta che Simon Yates perde terreno, dà segni di cedimento, ma riuscendo comunque a salvare la prima posizione in classifica generale. Venerdì a Bardonecchia sarà un’altra battaglia per la maglia rosa. Il Colle delle Ginestre fa paura a tutti.

Yates: “Nel finale ero stanco – dice appena tagliato il traguardo – ma sono ancora ottimista, perché mancano solo due giorni alla fine del Giro d’Italia”. Ottimista Chris Froome, quarto a +3’22”: “Abbiamo visto per la prima volta che Yates non era al 100% – ha affermato il  britannico -. Fino ad ora sembrava impossibile attaccarlo, ora tutti ci staranno pensando. Venerdì e sabato saranno tappe molto difficili, già sul Colle delle Finestre sarà bello. Ora sto bene, dopo la caduta non ero al 100% e adesso mi sento meglio”.

Ordine d’arrivo della 18/a tappa del 101/o Giro d’Italia di ciclismo, da Abbiategrasso (Milano) a Pratonevoso (Cuneo), lunga 196 chilometri.

1. Maximilian Schachmann (Ger) in 4h55’42” (+10″ abbuono) (media 39,770 km/h) 2. Ruben Plaza (Spa) a 00’10” (+06″ abbuono) 3. Mattia Cattaneo (Ita) a 00’16” (+04″ abbuono) 4. Christoph Pfingsten (Ger) a 01’10” 5. Marco Marcato (Ita) a 01’26” 6. Michael Morkov (Dan) a 01’36” 7. Viacheslav Kuznetsov (Rus) a 01’52” 8. Jos Van Emden (Ola) a 03’22” 9. Alex Turrin (Ita) a 03’29” 10. Davide Ballerini (Ita) a 05’09” (+03″ abbuono) 11. Miguel Angel Lopez (Col) a 10’48” 12. Domenico Pozzovivo (Ita) a 11’03” 13. Tom Dumoulin (Ola) s.t. 14. Chris Froome (Gbr) s.t. 20. Simon Yates (Gbr) a 11’31”.

La classifica generale del 101esimo Giro d’Italia dopo la 18esima tappa

1. Simon Yates (Gbr, Mitchelton) in 75h06’24” 2. Tom Dumoulin (Ned, Sunweb) a 0’28” 3. Domenico Pozzovivo (Ita, Bahrain) a 2’43” 4. Chris Froome (Gbr) a 3’22” 5. Thibaut Pinot (Fra) a 4’24” 6. Miguel Angel Lopez (Col) a 4’54” 7. Rohan Dennis (Aus) a 5’09” 8. Pello Bilbao (Esp) a 5’54” 9. Richard Carapaz (Uru) a 5’59” 10. Patrick Conrad (Aut) a 7’05” 14. Carlos Betancur (Col) a 9’28” 17. Davide Formolo (Ita) a 10’03” 27. Fabio Aru (Ita) a 45’44” 28. Fausto Masnada (Ita) a 48’11” 29. Gianluca Brambilla (Ita) a 49’59” 30. Diego Ulissi (Ita) a 50’46” 31. Valerio Conti (Ita) a 52’24” 37. Mattia Cattaneo (Ita) a 1h14’30” 38. Matteo Montaguti (Ita) a 1h14’50” 41. Enrico Battaglin (Ita) a 1h19’17”

Share