Una festa lunga 48 ore per i 2771 anni di Roma

Una festa lunga 48 ore per i 2771 anni di Roma

Una festa lunga per un intero fine settimana e aperta a tutti i cittadini. Così Roma festeggerà, a partire da venerdì, il suo 2771esimo compleanno. Un calendario ricco di eventi culturali, didattici, mostre e celebrazioni che inizierà venerdì 20 aprile e culminerà con la festa all’aria aperta di domenica 22 aprile che si svolgerà tra via Petroselli e piazza Bocca della verità, e sarà animata da spettacoli, concerti e teatro di strada.

“Roma è nostra e dobbiamo celebrarla – ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi -. Il dato nuovo, che ci ha ispirato, è che il Natale di Roma è rimasto un po’ chiuso alla città e vorremmo che la città iniziasse a partecipare. Abbiamo pensato che ci fosse la necessità di giornate con una festa diffusa, su piazza”.

Per questo domenica, dalle 14.30 alle 20 via Petroselli, pedonalizzata per l’occasione, sarà un grande teatro a cielo aperto in cui sarà possibile passeggiare tra i mille volti di Roma, da quella antica di Plauto a quella immaginata da Shakespeare, da quella del novecento di Sordi e Flaiano a quella del Belli, fino alla Roma contemporanea caratterizzata da musiche popolari e giovani talenti musicali. Inoltre sui quattro palchi si alterneranno concerti e spettacoli realizzati in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma, Teatro di Roma e Fondazione Musica per Roma.

“Ci ha aiutato l’esperienza del Capodanno in cui siamo stati ringraziati dai cittadini per la chiusura di via Petroselli – ha aggiunto Raggi -. Qui abbiamo costruito un contenitore nuovo di eventi che culmineranno la domenica in via Petroselli. Vogliamo cominciare a costruire la tradizione della festa romana intorno a un elemento identitario proprio”.

Nella giornata di sabato 21 aprile i musei comunali e i ‘Viaggi nell’antica Roma’ di Piero Angela e Paco Lanciano saranno gratuiti per tutti, mentre per ‘L’Ara com’era’ al museo dell’Ara Pacis ci sarà una promozione speciale riservata ai cittadini romani nei giorni 20 e 21 aprile.

“A noi piace sperimentare e fino ad oggi tutte le sperimentazioni che abbiamo fatto hanno avuto buoni esiti. Vogliamo iniziare a far riconoscere, ai cittadini, Roma come la propria casa per far sì che grazie a questo comincino a rispettarla di più”, ha concluso Raggi.

“La sindaca ci ha chiesto di provare a immaginare come una festa, vissuta finora in modo un po’ privato e chiuso ai cittadini, potesse diventare aperta e diffusa, una festa popolare. Il prodotto che ne è venuto fuori, risultato della collaborazione molto stretta tra Gabinetto del sindaco, assessorato alla Cultura, associazioni culturali e Sovrintendenza capitolina, è molto interessante: ci sono numerosi eventi e il programma definitivo sarà a breve sul sito del Comune – ha spiegato il vicesindaco e assessore alla Cultura di Roma Luca Bergamo -. La festa si articola in 3 giornate: ci saranno attività che investono fortemente i musei civici il 20 aprile, attività più tradizionali il 21 e elementi di innovazione il 22, un tratto quest’ultimo che nasce dalla volontà di dare una risposta anche se parziale alla domanda che molti cittadini hanno fatto alla sindaca, dicendole: ‘Ci hai restituito la città, ne vogliamo ancora’. La base è stato il grande sforzo organizzativo della Festa di Roma di Capodanno, non poteva essere replicato in modo identico ma è stato fatto in proporzione su via Petroselli, che diventa cosi una grande piazza popolare”.

Sabato 21 aprile, giornata del Natale di Roma, le iniziative istituzionali prenderanno il via alle 9:30 con la deposizione di una corona di alloro da parte della sindaca al Milite Ignoto in piazza Venezia. Si proseguirà alle 11 con la cerimonia ufficiale in Aula Giulio Cesare, mentre alle 12 la banda musicale della polizia locale si esibirà in piazza del Campidoglio. A seguire, nella Esedra del Marco Aurelio dei Musei Capitolini la sindaca incontrerà alcuni studenti delle scuole superiori romane.

Ma alcuni appuntamenti vedranno protagonisti anche i Municipi IV e IX con visite guidate gratuite sabato nell’area archeologica Settecamini e alla scoperta dei tesori del Museo della Civiltà. Inoltre tra le iniziative in programma, in occasione del Natale di Roma, ci sarà la riapertura al pubblico del Roseto comunale mentre per gli amanti del grande schermo l’appuntamento è dalle 16 alla Casa del Cinema con la rassegna ‘Fratelli, Coltelli, Gemelli’ a ingresso gratuito realizzata in collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma. Le celebrazioni arriveranno anche a Ostia dove il Coro femminile del Teatro dell’Opera si esibirà alle 21 al Teatro del Lido di Ostia.

Il programma completo delle iniziative, presentate oggi alla stampa presso il Tabularium dei Musei Capitolini, sarà disponibile sul sito del Comune di Roma.

Tra gli altri, alla conferenza stampa di oggi, è intervenuta anche Eleonora Guadagno, presidente della commissione cultura capitolina.

Sei da oltre 130 milioni centrato questa sera al Superenalotto. La vincita è stata registrata in un punto vendita di Caltanissetta. La stessa giocata ha realizzato anche un 5 e quattro 4.

Il punto vendita si trova in via Vitaliano Brancati 15.

La combinazione vincente è 12, 23, 39, 54, 72, 73. Il 6 ammonta a 130.195.242, 12 euro, il 5 a 19.072 e il 4 334,92 euro. 

La vincita, comunica Sisal, è stata realizzata tramite una “schedina 2 pannelli”.

Si tratta della quinta maggior vincita di sempre mai ottenuta al Superenalotto. Al primo posto restano i 177 milioni del 2010, seguiti dai 163 milioni del 2016 e dai 147 del 2009. Al quarto posto della ‘classifica’ si piazza la vincita del febbraio 2010 pari a 139 milioni di euro.

Marito titolare edicola, auguri al milionario – “Non ho idea chi possa essere il fortunato vincitore di questa incredibile estrazione da 130 milioni di euro. Da noi giocano soprattutto pensionati, impiegati e molti forestieri di passaggio. Auguri a chi ha vinto e speriamo che si ricordi anche di noi”. Lo afferma Fabrizio Sunseni, 49 anni, marito di Sabrina Savarino, 47 anni titolare dell’edicola ricevitoria in via Vitaliano Brancati a Caltanissetta dove stasera è stato centrato il sei fortunato. Davanti all’edicola si sono radunati amici e curiosi per brindare al neo milionario ancora sconosciuto.

Share