Vertice franco-tedesco all’Eliseo. Road map per rifondare l’Europa. Preoccupa il voto italiano, giudicato una nuova Brexit

Vertice franco-tedesco all’Eliseo. Road map per rifondare l’Europa. Preoccupa il voto italiano, giudicato una nuova Brexit

Una road map “chiara e ambiziosa entro giugno” per rifondare l’Unione europea. Questa la proposta presentata dal presidente francese, Emmanuel Macron, al cancelliere tedesco Angela Merkel, in visita all’Eliseo dopo la sua recente rielezione. “Il lavoro che ci aspetta è particolarmente importante in un contesto europeo profondamente scosso” ha detto Macron, evocando la Brexit e le ultime elezioni italiane, che “hanno visto salire gli estremisti” a causa dei problemi legati all’economia e all’immigrazione, problemi “cui non abbiamo saputo rispondere”. “Per lunghi anni l’Europa ha aspettato che la coppia franco-tedesca avanzi e proponga” ha detto il presidente francese, affermando: “noi siamo pronti” a farlo. “Si apre oggi una tappa importante, dove avremo molto da fare sulle decisioni a breve termine” e sulle “prospettive a medio e lungo termine per la nostra Europa” ha aggiunto il titolare dell’Eliseo, sottolineando che l’Unione europea “è più indispensabile” oggi di quanto lo fosse “alcuni mesi fa”.

Secondo Macron è fondamentale “poter condurre insieme questa nuova ambizione”. Il presidente ha indicato vari temi su cui si lavorerà fino a giugno, come l’unione economica e monetaria, l’immigrazione, la difesa e la cultura. “Ho la volontà di riuscire e credo che ce la faremo” ha dichiarato Merkel, secondo la quale “è più necessario che mai che l’Europa agisca in modo unito in una situazione geopolitica in cui il multilateralismo è sempre più minacciato e molte attività mondiali devono essere riviste”. “Come europei saremo imbattibili se non ci lasceremo dividere nelle nostre relazioni geopolitiche” ha poi aggiunto, facendo riferimento alle relazioni commerciali tra i paesi membri. Per molti anni la Germania ha aspettato che la Francia facesse le sue riforme e oggi “le abbiamo fatte”, ha affermato Macron. A tal proposito, la cancelliera tedesca ha ricordato che “questi sforzi sono sempre coronati da successi quando si procede insieme, mano nella mano”. “Forse non siamo sempre della stessa opinione all’inizio ma nella storia Francia e Germania hanno già fatto molto” ha poi aggiunto, sottolineando la “forte volontà” da Parigi nel raggiungere i suoi obiettivi.

In merito all’avvelenamento dell’ex spia russa Sergej Skrypal avvenuta in Inghilterra alcuni giorni fa, Macron ha espresso “solidarietà” nei confronti degli “amici britannici”. “Condanniamo l’ingerenza russa” ha detto il capo di Stato francese, sottolineando che “tutto porta a credere che sia stata la Russia a condurre questo tentativo di assassinio”. “Sono in molti a pensare che la Russia sia responsabile ed è bene che il governo britannico abbia posto questo problema su scala internazionale” ha commentato in merito la Merkel.

Share