Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un avranno un incontro a maggio. L’Aiea pronta a collaborare per denuclearizzare la Corea del nord

Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un avranno un incontro a maggio. L’Aiea pronta a collaborare per denuclearizzare la Corea del nord

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha acconsentito a incontrare il leader nordcoreano Kim Jong-un il prossimo maggio perché questi è la massima autorità decisionale del suo paese. Lo ha dichiarato un funzionario anonimo della Casa Bianca nella serata di ieri, dopo l’incontro tra Trump e l’inviato speciale della Corea del Sud che gli ha consegnato una lettera del leader nordcoreano. “Il presidente Trump ha costruito la sua reputazione sulla capacità di fare accordi” ha spiegato il funzionario durante un breve briefing alla Casa Bianca. “Kim Jong-un è l’unica persona in grado di assumere decisioni nell’ambito del sistema totalitario (della Corea del Nord), e dunque ha senso che il presidente Trump abbia accettato l’invito a incontrare l’unica persona che possa davvero decidere qualcosa, anziché ripetere le lungaggini del passato”. Il funzionario ha anche riferito che il messaggio di Kim per il presidente Trump è stato trasmesso dall’inviato sudcoreano a voce, ed ha ribadito che l’unico esito accettabile dei futuri colloqui, per Washington, è la denuclearizzazione permanente della Corea del Nord.

L’Agenzia internazionale dell’energia atomica (Aiea) ha auspicato che l’annunciato incontro fra il leader nordcoreano Kim Jong Un e il presidente americano Donald Trump porti a “progressi concreti” sul dossier nucleare e ad una ripresa delle sue ispezioni in Corea del Nord. “L’Aiea segue da vicino i recenti sviluppi legati al programma nucleare” della Corea del Nord, scrive l’agenzia dell’Onu in una dichiarazione. “Auspichiamo che questi sviluppi portino a progressi concreti sulla questione nucleare nordcoreana”, prosegue l’Aiea che si dice “pronta a contribuire ad una sua soluzione pacifica riprendendo le attività di verifica nel Paese una volta che sarà stato concluso un accordo politico fra i Paesi interessati”.

L’Aiea, che comprende 168 Stati, ha il compito di combattere contro la proliferazione nucleare e ha regolarmente denunciato gli annunci da parte della Corea del Nord dei suoi test nucleari. Pyongyang aveva espulso gli ispettori dell’Aiea dal suo sito nucleare di Yongbyon nel 2009 e rifiuta da allora di riceverli sul suo territorio. L’Aiea ha anche l’incarico di sorvegliare la applicazione da parte dell’Iran di un accordo concluso con la comunità internazionale nel 2015.

Share