Terrorismo, settimana di mobilitazione per intelligence, forze di sicurezza ed esercito. Stop alle manifestazioni a Roma e divieto di circolazione ai mezzi pesanti

Terrorismo, settimana di mobilitazione per intelligence, forze di sicurezza ed esercito. Stop alle manifestazioni a Roma e divieto di circolazione ai mezzi pesanti

Settimana di grande mobilitazione per il nostro apparato di intelligence e dell’antiterrorismo. Le attenzioni sono soprattutto rivolte a Roma, dove, in vista delle celebrazioni dei riti pasquali sono già stati predisposti i piani di prevenzione e repressione di possibili attacchi contro il nostro Paese e la Città del Vaticano. Nei prossimi giorni arriveranno a Roma migliaia di pellegrini e turisti, alcuni per prendere parte ai riti cristiani, tra questi la Via Crucis con papa Francesco del venerdì santo al Colosseo, la veglia di sabato nella Basilica di San Pietro e la funzione della Pasqua negli stessi luoghi. Massima attenzione anche dentro e fuori i grandi monumenti, osservato speciale il Colosseo, dove pattuglie armate di Polizia di Stato, Carabinieri, Esercito e Guardia di Finanza, si alterneranno nel monitoraggio delle aree attigue al celebre monumento.

E’ naturale che con l’avvicinarsi alle giornate cruciali per i riti cristiani, si alzino anche gli gli standard delle misure di sicurezza sugli obiettivi sensibili. Ministero dell’Interno e 007 lavoreranno in sinergia in questi giorni per “garantire la massima attenzione” sugli eventi in programma nella capitale. In particolare a Roma si sono già svolte numerose riunioni operative in Questura ed è chiaro il risultato di questi mini-vertici: “Pianificati i servizi di vigilanza ordine e sicurezza connessi agli eventi religiosi in programma per la ricorrenza della Pasqua: dalle 19 di giovedì e sino alle 24 del 2 aprile – si spiega – scatterà nella Capitale la ‘green zone’ che includerà tutta l’area del centro storico, Colosseo e Vaticano: non saranno ammesse manifestazioni, sarà vietato il trasporto di armi o esplosivi, così come non sarà ammessa la circolazione di mezzi pesanti”. Il questore ha inoltre riunito tutti i dirigenti “affinché organizzino briefing con il personale dipendente impiegato nei servizi di vigilanza e ordine pubblico, al fine di garantire la massima attenzione. La Digos ha aperto un focus informativo dedicato, in collaborazione con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza e i servizi di sicurezza. Sul punto da registrare infine l’intervento del prefetto di Roma, Paola Basilone: “Per Pasqua abbiamo rafforzato tutti i dispositivi e fatto delle sedute specifiche, anche su alcuni siti di interesse come il Colosseo per intensificare la sicurezza. La guardia non è mai stata abbassata, domani abbiamo un incontro, ci difendiamo come possiamo e facciamo tutto quello che è possibile fare umanamente e anche oltre l’umano”. Rispetto alle presunte minacce di un rischio concreto di attentati nel periodo delle festività pasquali, circolate nei giorni scorsi: “la cronaca ha sconfessato questo allarme – ha aggiunto -. Abbiamo un’allerta da tanto tempo, siamo al secondo livello di sicurezza, e l’attenzione non è mai stata modificata. Da questo a dire che c’è un rischio concreto…”.

Share