Associazione di stampo mafioso, 37 arresti in Puglia

Associazione di stampo mafioso, 37 arresti in Puglia

I carabinieri del Comando provinciale di Lecce hanno eseguito 37 provvedimenti cautelari nei confronti di altrettanti soggetti indagati a vario titolo per associazione di tipo mafioso; associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti; detenzione abusiva di armi e di materie esplodenti; estorsione; porto abusivo di armi; sequestro di persona e violenza privata. L’indagine è stata condotta dal Nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Maglie ed ha consentito di disarticolare ben tre associazioni per delinquere, una delle quali era strutturata secondo uno schema verticistico e composta da soggetti facenti parte della “Sacra Corona Unita”. Tra i 37 arrestati c’è anche un ex calciatore del Lecce, Davide Petrachi, raggiunto da un provvedimento restrittivo ai domiciliari. E’ stato uno dei portieri della rosa del Lecce calcio per 7 stagioni, militando anche in serie A, fino alla stagione 2014-2015 per poi giocare nella Virtus Lanciano, Martina Franca e Nardò calcio in serie D. Petrachi veniva chiamato in gergo dal sodalizio ‘calcio’ o ‘portiere’. Tra gli arrestati anche presunti appartenenti alla organizzazione di tipo mafioso Sacra Corona Unita. L’operazione compiuta dai Cc nel Salento è stata chiamata “Orione”. I provvedimenti sono stati emessi dal gip di Lecce Vincenzo Brancato su richiesta dei Pm Antimafia Guglielmo Cataldi e Maria Vallefuoco. Gli arrestati sono indagati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e associazione di tipo mafioso. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati hashish, cocaina, eroina, quattro detonatori, 2 ordigni esplosivi artigianali, 1 AK-47 Kalashnikov, 5 pistole e relativo munizionamento.

Share