Banche. Cgil, Cisl, Uil con i sindacati del settore: un patto per rafforzare l’unità e l’iniziativa. Il sistema bancario torni ad esprimere un ruolo per la crescita della società. Il profilo europeista

Banche. Cgil, Cisl, Uil con i sindacati del settore: un patto per rafforzare l’unità e l’iniziativa. Il sistema bancario torni ad esprimere un ruolo per la crescita della società. Il profilo europeista

Cgil, Cisl, Uil e i sindacati di categoria hanno affrontato insieme i problemi aperti nel settore bancario con particolare riferimento alla situazione a livello europeo, alla luce anche dei prossimi avvenimenti che riguardano le politiche e lo stesso assetto della Unione europea, guardando fin da ora anche del cambio della guardia alla Bce con l’uscita di Draghi e la costituzione di un nuovo assetto. Problemi pressoché ignorati dalle forze politiche, dai media, quasi si trattasse di “corpi estranei” rispetto alla formazione del nuovo governo e, più in generale, alla situazione economica del nostro paese. Nel vuoto politico  Cgil, Cisl, Uil hanno inserito una iniziativa ai massimi livelli con l’incontro cui hanno preso parte i segretari generali delle tre Confederazioni, Susanna Camusso, Annamaria Furlan, Carmelo  Barbagallo e i segretari generali di categoria Fisac, First, Uilca  Agostino Megale, Giulio Romani e Massimo Masi, rilanciando il patto per l’unità fra i tre sindacati confederali del settore bancario.

Nel corso dell’incontro che si è svolto nella sede della Cgil è stata sottolineata la necessità che “il Paese mantenga alto il profilo europeista e che il sistema bancario torni ad esprimere appieno il proprio ruolo costituzionale di sostegno alla crescita, attraverso la tutela del risparmio e l’attuazione di responsabili politiche creditizie al servizio del Paese, anche alla luce del recente accordo sottoscritto tra le tre confederazioni e Confindustria. Nella discussione è stato posto l’accento in particolare sul rapporto tra credito e Mezzogiorno con riferimento agli investimenti e all’occupazione. Insieme alle Confederazioni i sindacati di categoria sono impegnati ad individuare iniziative unitarie per porre al centro del  dibattito i temi del risparmio e del credito alle imprese ed alle famiglie, a supporto di uno  sviluppo equilibrato e sostenibile”.

Valori della solidarietà in una visione di società ampia e inclusiva

“Fermo restando l’accordo sulle relazioni industriali in Abi del 24 ottobre 2011, da estendere agli altri comparti della categoria, a conclusione dell’incontro, nel valorizzare il lavoro unitariamente svolto negli anni più duri e più difficili della crisi, si è concordato – scrivono i sindacati nel comunicato conclusivo – di rilanciare un patto per l’unità fra i tre sindacati confederali. Un patto che, partendo dai valori della solidarietà e da una visione di società ampia e inclusiva, sia in grado di sostenere l’iniziativa unitaria di tutti i sindacati del settore, definendone le regole e individuando le migliori soluzioni per affrontare il tema della rappresentanza nel mutato contesto organizzativo delle aziende e dei gruppi bancari, all’interno dei quali la rappresentatività delle organizzazioni sindacali nel loro complesso continua ad essere superiore al 75% dei lavoratori”.

Share