Tutti salvi i 279 lavoratori della Ideal Standard. La Cgil promuove l’intesa: “Nuova prospettiva”

Tutti salvi i 279 lavoratori della Ideal Standard. La Cgil promuove l’intesa: “Nuova prospettiva”

Sono tutti salvi i lavoratori (quasi 300) della Ideal Standard. E’ stato infatti raggiunto l’accordo che consentirà la salvaguardia di tutti i posti di lavoro, in una provincia, quella di Frosinone, già in gravi difficoltà. Più che una soddisfazione da parte del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che sulla ricomposizione della vertenza ci aveva messo la faccia insieme a tutta la sua squadra di governo: “Abbiamo raggiunto un accordo per evitare il licenziamento di tutti i lavoratori di Ideal Standard. Una nuova società Saxa Gres entrerà nella compagine societaria e da parte della Regione ci sarà tutto l’impegno necessario all’insediamento della nuova società”.

L’accordo che interesserà i lavoratori dello stabilimento di Roccasecca “prevede che una nuova società entrerà per avviare la produzione di nuovi prodotti – ha aggiunto Zingaretti -. Ovviamente ora si apre una fase di sviluppo di questo accordo, che prevede in primo luogo il trasferimento della forza lavoro da una società all’altra e l’impegno della Regione Lazio a monitorare, controllare e sostenere tutte le azioni di sviluppo per l’insediamento di questa nuova società, che mettendo sul mercato nuovi prodotti rilancera’ il sito produttivo”.

Cervellini-Fassina (LeU): ‘Bella vittoria!’. D’Attorre: “un premio alla tenacia della lotta dei lavoratori”

‘Quella di oggi è una bella vittoria che premia la tenacia dei lavoratori e la nostra costanza: con Liberi e Uguali e le rappresentanze sindacali non abbiamo mai abbandonato i lavoratori, abbiamo chiesto al ministro Calenda di impedire in tutti i modi che l’azienda fuggisse col malloppo e non abbiamo mai mollato. Alla fine i lavoratori sono salvi!’. Lo dichiarano in una nota i parlamentari di Sinistra Italiana-Lista Liberi e Uguali Massimo Cervellini e Stefano Fassina, alla notizia della firma dell’accordo tra le società Ideal Standard e Saxa Gres per rilevare l’impianto di Roccasecca in continuità aziendale, quindi con tutti i lavoratori e con un piano di investimenti supportato da Governo e Regioni.

Per Alfredo D’Attorre, candidato di Liberi e Uguali nel Lazio, “l’accordo raggiunto per lo stabilimento Ideal Standard di Roccasecca è un bellissima notizia per i lavoratori e premia la tenacia della loro lotta”. Inoltre, “va dato atto – prosegue D’Attorre – dell’impegno profuso e del contributo dato alla soluzione al ministro Calenda e al presidente della Regione Lazio Zingaretti. L’attenzione e la serietà, riconosciute dallo stesso Carlo Calenda, con cui Pietro Grasso ha seguito la vicenda dopo la visita allo stabilimento dimostrano che, anche nel pieno della campagna elettorale, ci può essere una politica sinceramente interessata alla soluzione dei problemi e non solo alle passerelle elettorali”.

I sindacati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil nazionali e territoriali e le Rsu esprimono soddisfazione per l’accordo sottoscritto al Mise alla presenza del ministro Carlo Calenda, del presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti e dei vertici aziendali sul passaggio del sito industriale di Roccasecca (Frosinone) da Ideal Standard a Saxa Gres, azienda di Anagni. “E’ stato salvaguardato il lavoro di tante persone nella zona del frusinate già fortemente colpita da una lunga crisi. E’ uno dei pochi esempi di successo di un processo di reindustrializzazione di un territorio”, sottolineano i sindacati, aggiungendo che “il progetto di Saxa Gres pare essere credibile e innovativo, ma vigileremo comunque sulla realizzazione degli impegni assunti oggi e che saranno contenuti nel piano industriale”. A sua volta, Marco Falcinelli, segretario generale della Filctem-Cgil, afferma: “siamo soddisfatti per come si è chiusa questa vicenda”, e “aspettiamo di conoscere nel dettaglio il piano industriale presentato al Mise dal nuovo imprenditore, ma la dimensione degli investimenti previsti e la garanzia della rioccupazione di tutto il personale ex Ideal Standard è, di per se, una buona notizia”.

Azzola e Sorrentino (Cgil Roma e Lazio): “Garantiti i livelli occupazionali. Con il Mise e la nuova azienda un nuovo contratto di sviluppo”

Soddisfazione è stata espressa dalla Cgil, con il segretario generale di Roma e del Lazio, Michele Azzola e della Filctem Lazio, Ilvo Sorrentino: “Esprimiamo soddisfazione per la positiva soluzione della vertenza Ideal Standard che coinvolge circa trecento lavoratori e il futuro sviluppo di quel territorio. Il protocollo, che prevede la cessione dell’azienda a Saxa Gress Stone, poggia su un contratto di sviluppo di circa trenta milioni sostenuti in gran parte dal Mise e dalla Regione Lazio. Questo consentirà di garantire gli attuali livelli occupazionali e di guardare al domani con nuova prospettiva. Questo importante risultato – continuano – è stato determinato dalla lotta dai lavoratori di Ideal Standard sostenuta dal sindacato. Nei prossimi giorni le organizzazioni sindacali verranno convocate per la definitiva sottoscrizione dell’accordo. E’ stato importante il ruolo assunto dal Mise e in particolare dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nella positiva conclusione della vertenza, mostrando come la politica e le istituzioni possano rispondere concretamente ai bisogni delle persone. Riteniamo che questo sia il modello di intervento da applicare alle tante situazioni di crisi che coinvolgono il nostro territorio e auspichiamo che tale modalità e la determinazione con cui si è proceduto vengano replicate in tutte le future vertenze. Da parte nostra continueremo a operare per garantire l’applicazione dell’accordo”.

Share