Preso lo sparatore di Pisa. Era ai domiciliari, malgrado questo aveva due revolver

Preso lo sparatore di Pisa. Era ai domiciliari, malgrado questo aveva due revolver

E’ stato fermato e arrestato Patrizio Giovanni Iacono, il 21enne motociclista ricercato per aver sparato contro quattro persone ferendole all’esterno di un bar a Pisa. E’ stata la squadra mobile a intercettarlo nella zona del Cep, lo stesso quartiere dove si è verificato il grave fatto di sangue. Il giovane è stato portato dagli agenti negli uffici della questura di Pisa.

Secondo quanto appreso il motociclista stava effettuando alcune scorribande per le strade del quartiere e sarebbe stato rimproverato dai passanti. Per reazione avrebbe esploso alcuni colpi con una pistola di piccolo calibro prima di allontanarsi. Poco dopo è tornato, a piedi, e con un’altra arma ha fatto nuovamente fuoco davanti a una caffetteria e poi è fuggito a piedi.

I colpi avrebbero raggiunto i feriti alle braccia e alle gambe, ma nessuno di loro sarebbe in pericolo di vita. Secondo quanto si è appreso, il motociclista avrebbe prima esploso un colpo con una piccola pistola scacciacani modificata e poi sarebbe tornato a piedi sul posto, una caffetteria del quartiere in quel momento affollata di clienti, facendo fuoco con un’altra pistola ad altezza d’uomo e a distanza ravvicinata. L’uomo, incredibile ma vero, era agli arresti domiciliari e malgrado questo, aveva nella sua disponibilità le armi con le quali ha creato il panico nel centro di Pisa.

Share