Esplosione di Bulgarograsso, migliorano le condizioni degli operai feriti. Impianti sequestrati

Esplosione di Bulgarograsso, migliorano le condizioni degli operai feriti. Impianti sequestrati

Buone notizie per i feriti dell’esplosione dell’impianto di raccolta e trasformazione rifiuti, esploso nella giornata di mercoledì in Lombardia. Sono infatti in netto miglioramento le condizioni dei nove lavoratori rimasti feriti all’interno della Ecosfera di Bulgarograsso. Uno dei lavoratori, un 46enne arrivato in gravi condizioni all’ospedale di Varese, in serata è stato trasferito in elicottero nel reparto grandi ustionati di Niguarda a Milano. Le sue condizioni sono stabili, ha riportato ustioni di secondo grado sul 10% del corpo, in particolare su viso e gambe; la sua prognosi è di trenta giorni. Migliorate anche le condizioni di altri due dipendenti Ecosfera, di 40 e 46 anni, ricoverati all’ospedale di Legnano (Milano). A quanto si è appreso, i due sono stati trattenuti per intossicazione e ustioni non gravi sulle braccia. L’ospedale potrebbe dimetterli già nel pomeriggio. Fuori pericolo anche gli operai portati all’ospedale Sant’Anna di Como e all’ospedale di Lecco. Intanto va avanti l’inchiesta e gli impianti sono stati posti sotto sequestro.

Share